Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Una bella boccata d’ossigeno, e contestualmente un bel passo in avanti, quello compiuto in Europa dalla Virtus dopo la vittoria di ieri sera. Battere il Kiev era tutt’altro che scontato, farlo poi senza Giovannoni e Vukcevic assume quasi i contorni dell’impresa, anche se pure dall’altra parte potevano lamentare l’assenza importante dell’ex teramano Clay Tucker. Comunque sia, questa era la classica partita nella quale c’era tutto da perdere, soprattutto dopo il passo falso interno della scorsa settimana contro l’Oldenburg: invece, con determinazione e concentrazione, le V nere hanno portato a casa uno scalpo importante e che vale davvero tanto in ottica qualificazione. Poi ci ha messo del suo anche la dea bendata, dal momento che, contro tutte le previsioni, il Galatasaray ha clamorosamente vinto a Oldenburg, in pratica azzerando (o almeno riducendo di un bel po’) il nefasto effetto della sconfitta virtussina di 7 giorni fa. Così, guidati dai due capobranco Langford e Boykins, i bianconeri ieri hanno fatto propri in un sol colpo vittoria e primo posto provvisorio nel girone, anche se il vero motivo di soddisfazione per coach Boniciolli è stato, prima ancora dell’importante partita portata a casa, l’atteggiamento visto in campo ieri sera, discretamente diverso da quello palesato nelle altre partite di coppa (eccezion fatta per il sacco di Istanbul). Con questo piglio, e ancor più con questa difesa, la Virtus può ora guardare al futuro più serena.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.