Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

In casa Virtus, ci sarebbe da parlare di un quarto di finale playoff contro Siena. Ci sarebbe da parlare di una serie di partite che forse non saranno così scontate come tutti si aspettano. Ci sarebbe anche da cominciare a pensare alla squadra futura, perché alcuni degli attuali giocatori hanno deluso ma altri invece hanno ripagato la fiducia, meritandosi di giocare ancora con la V nera sul petto. E, invece, come puntualmente accade in casa bianconera, si viene distratti da altre faccende, che con il basket giocato hanno ben poco a che vedere. Prima, nel tardo pomeriggio di ieri, la Virtus ha comunicato di avere ufficialmente rescisso il contratto con Valerio Amoroso. Senza entrare nello specifico dei comportamenti del giocatore e di quelli della società, va detto che cestinare un contratto biennale firmato con un giocatore italiano in pianta stabile in Nazionale non pare un grandissimo affare: giocatori come questi, se si ha la fortuna di tesserarli, e magari di farlo (come ha fatto la Virtus) senza svenarsi, ce li si deve tenere ben stretti, magari anche mandando giù, di tanto in tanto, qualche comportamento non esattamente cristallino. Non bastasse questa notizia, in serata si è poi tenuta la prima riunione pubblica del gruppo denominato “Tifosi per il bene della Virtus”, che da qualche settimana ha preso distanza, senza mai alzare la voce, dall’attuale proprietà bianconera. All’incontro è intervenuto a sorpresa lo stesso patron Sabatini, e a quel punto era chiaro che i toni si sarebbero alzati. Senza entrare nello specifico delle vicendevoli accuse, ci piace rimarcare solamente una cosa: non è vero, e non deve essere vero, che Sabatini, come lui stesso ha invece affermato, in tema di Virtus possa fare esattamente quello che gli pare. Qui c’è una società storica, qui c’è una tifoseria a cui rendere conto, qui c’è una tradizione come nessun’altra in Italia. Se qualcuno, con la Virtus, vuol farci quello che gli pare, allora forse è davvero venuto il momento che consideri la possibilità di farsi da parte.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.