Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

CAPITAN Giovannoni è la prima voce della nuova Virtus, ormai completa. Manca solo il cambio del play: Bonora s´è incagliato su una differenza di 20.000 euro, le alternative sono il nazionale tedesco Roller (ex Biella) più del veterano lettone Stelmahers. «Ho voglia di riscatto – ha detto il brasiliano – e con me tutti i superstiti d´un anno nero. Dovremo contagiare i nuovi con la nostra carica e lo capiranno subito che aria tira: sono tutti giocatori esperti». «Questa – continua – dovrà essere una Virtus con lo spirito giusto, dopo una stagione con troppi problemi, specie con tanti compagni, o tanta gente che aveva bisogno d´aver sempre la palla in mano. Le squadre che puntano a vincere devono avere tante risorse e pochi egoismi». Dei nuovi, qualcuno è noto. «Vukcevic è un piacere riaverlo, Ford s´è dimostrato uno dei migliori lunghi della A, Righetti un´arma decisiva». E Boykins? «L´ho visto solo in tv, più volte con Denver quando giocava con Nené, mio compagno in nazionale. Ci farà correre e questo mi piace: proveremo a stargli dietro». Di fronte, un altro carioca, Huertas. «Purtroppo giocherà per la Fortitudo: ci avrebbe fatto comodo, ci ho parlato, ma non era giusto forzare la mano». ‘Gui´ sarà capitano di un gruppo in cui lui e i veterani partiranno dalla panchina. «La Virtus è completissima, e quanto al vero quintetto, è quello che inizia o finisce? Deciderà Pasquali. Sulla carta siamo uno squadrone, ma ce ne sono stati tanti che non hanno vinto: vedi Real, Panathinakos e Olympiakos nell´ultima Eurolega. Obiettivi: vincere tante partite, divertire i tifosi e riempire il nuovo palazzo».

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.