Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Virtus risorge, ancora una volta, dalle proprie ceneri, sconfigge Treviso e rimanda tutto a gara 5, alla sfida di domani al Palaverde di Villorba, dove si deciderà la sfidante di Siena nella semifinale playoff. Non era così scontato che i bianconeri imponessero ancora il fattore campo, e quindi complimenti alla Virtus, brava ad esprimere maggior forza fisica e soprattutto maggior voglia rispetto agli avversari. Ma, lo si sa, nei playoff ogni gara fa storia a sé, quindi i ragazzi di Boniciolli dovranno essere bravi a ricominciare ancora daccapo, azzerando sia l’entusiasmo della bella vittoria di ieri sera che la paura per avere, sinora, sempre perso in terra trevigiana. Prima di cominciare il match di ieri, l’allenatore bianconero Boniciolli ha ricordato ai propri giocatori che nelle partite “do or die” (dentro o fuori) prima di ieri la squadra vantava un ruolino di sei vittorie ed una sola sconfitta, quindi che di loro il coach si fidava ciecamente, perché questo gruppo sotto pressione ha sempre prodotto una pallacanestro importante. E’ stato proprio così, ed è arrivata la settima vittoria nelle partite “senza domani”. Fa sperare ricordare questo, alla vigilia della madre di tutti gli incontri da “vinci o muori”. Tenendo pure a mente che domani in gara 5 si giocherà per raggiungere l’obiettivo Eurolega, vale a dire il più importante obiettivo stagionale. Ed è giusto che i bianconeri si giochino la stagione in trasferta, perché proprio le partite lontano da casa sono state il loro grande limite stagionale. Si vedrà quindi se la Virtus è pronta a sfatare anche quest’ultimo tabù.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.