Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla fine la lunga corsa contro il tempo della Virtus è stata premiata: KC Rivers è stato tesserato entro le 11 di oggi, e quindi domenica a Cantù dovrebbe regolarmente scendere in campo. Il condizionale è purtroppo d’obbligo, perché in effetti deve ancora pervenire il nulla osta francese alla Federazione Pallacanestro Italiana, ma alla luce degli ultimi sviluppi ora prevale nettamente l’ottimismo. Così fosse, sarebbe davvero un grande risultato per la Virtus, almeno per quanto riguarda la strategia scelta in questo difficile momento di transizione: la linea dura ed intransigente sull’uscita di Kemp comportava di certo diversi rischi, compreso quello di una ritorsione dei francesi del Roanne, che potevano negare il proprio transfer per Rivers così come la Virtus ha fatto per Kemp. Invece, se tutto andrà come sembra, bisognerà dare atto alla società transalpina di essersi comportata con signorilità, non mettendosi di mezzo nell’approdo di KC alla corte bianconera. Ora si spera che il risultato premiante dal punto di vista strategico sia seguito da un egual risultato sul campo: e qui le cose sono forse ancor più complicate. Rivers è infatti atterrato a Bologna solo oggi, domenica a Cantù scenderà in campo con un paio di allenamenti appena svolti insieme ai suoi nuovi compagni, quindi è parecchio ottimistico attendersi da subito un impatto importante. Però averlo in campo immediatamente sarebbe già un successo: solo il tempo, poi, dirà se la sua scelta, dal punto di vista tecnico, è stata davvero quella giusta. Ora si attende che la FIBA sbrogli invece la matassa della vicenda legata a Marcelus Kemp, decidendo una volta per tutte chi ha ragione e chi torto tra la Virtus e Roanne: il tutto dovrebbe avvenire la prossima settimana, presumibilmente lunedì o martedì.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.