Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Weekend complessivamente positivo per le nostre squadre regionali. La vittoria di maggior peso è di certo quella della Virtus, che ha espugnato il parquet di Sassari in un match dal peso specifico enorme: innanzitutto per la forza dell’avversario, fino a questo momento una delle squadre rivelazione del campionato, e soprattutto per il momento contingente dei bianconeri, reduci da 3 sconfitte consecutive ed assetati di vittorie come non mai, oltre i soliti problemi d’infermeria, che stavolta vedevano out Poeta ed il solito Sanikidze, finalmente sulla via del rientro. Molto peggio è andata invece alla Fortitudo, impegnata sabato sera nel big match con la capolista Santarcangelo ed uscita dall’incontro cornuta e mazziata: cornuta perché sconfitta ed ulteriormente spogliata dei propri giocatori, perché dopo Carretta e Lamma stavolta si sono infortunati pure Alibegovic ed Acquaviva, mazziata perché, senza nulla togliere all’ottima partita degli avversari (che hanno dimostrato come il loro primato non sia per nulla casuale), l’arbitraggio nella fattispecie è stato a dir poco sconcertante. Vero è che in queste categorie non ci si possono attendere direttori di gara super, ma da qui a fischiare l’intero incontro a senso unico sinceramente ne passa. In Lega Due una sorprendente Forlì ha fatto fuori la ben più quotata Jesi, mentre Reggio Emilia ha perso a Casale Monferrato, Rimini ha superato Scafati e Ferrara è scivolata pesantemente a Pistoia. Ma l’impresa della giornata è di certo quella di Imola, che ha letteralmente seppellito con un clamoroso +27 la prima della classe, quella Udine che ieri, contro gli scatenati imolesi, sembrava letteralmente annicchilita. Con un’Imola così, si può davvero sognare.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.