Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

In casa Virtus ancora poche caselle da comporre, come il cambio del lungo titolare, anche se poi il rebus Poeta continua. Tra i nomi comparsi ieri, oltre a Marconato quello di Kenan Bajramovic, il quale, intervistato da un sito bosniaco ha confermato l’offerta della Virtus, ma ha spiegato che ancora non ha firmato, perchè non è soddisfatto della cifra offerta: “L’offerta c’è, ma non sono soddisfatto con i dettagli finanziari e, ancora, noi non l’ho firmata. Non è nemmeno sicuro se firmeremo un contratto”. Secondo Bajramovic, c’è anche in ballo un’offerta dell’Olimpia Milano, che però almeno sulla carta ha già chiuso il suo roster.
Da un giocatore incerto a uno che è già sbarcato all’aeroporto Marconi “Non vedo l’ora di cominciare a lavorare per la Virtus, conoscere i nuovi compagni e i nuovi tifosi. So che questa per me è un’importante occasione di crescita”. Queste le prime parole di Brock Motum, ala forte australiana di ventidue anni (è nato a Sunnybank, sobborgo di Brisbane, nel Queensland, il 16 ottobre 1990) uscita quest’anno dai Cougars di Washington State University, che ha scelto Virtus Granarolo Bologna per la sua prima stagione da professionista del basket. Motum, come detto, è atterrato all’aeroporto di Bologna poco prima di mezzogiorno, dopo un volo di parecchie ore da Brisbane a Bologna via Hong Kong e Londra, e ha voluto subito chiarire i motivi della sua scelta.
“Non ho deciso a caso. Bologna è un grande posto per giocare a pallacanestro in Europa, e qui c’è una storia importante. La Nba? Non nego di essere rimasto dispiaciuto dopo l’esclusione al draft, ma mi piace guardare avanti e sono già concentrato su quello che mi aspetta nel campionato italiano”.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/virtus_20130820.mp4

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.