Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

C’è grande fermento in casa Virtus: è stato presentato ieri il nuovo americano KC Rivers, in sostituzione del fuggiasco Marcelus Kemp, ma anche in uscita c’è movimento, con il giovane Riccardo Moraschini in partenza verso Biella per fare esperienza. Si era inizialmente parlato come destinazione di una squadra di Lega Due, con Rimini prima e Pistoia poi in pole position, ma alla fine è prevalsa la volontà del ragazzo, che ci teneva non poco a rimanere nella massima serie. Questo, da un certo punto di vista, potrebbe essere un problema per il ragazzo stesso, che rimanendo in serie A avrà probabilmente minutaggio inferiore rispetto alla Lega Due: per questa ragione, pur di assicurarsi la certezza di un’ampia permanenza in campo del ragazzo centese, il patron Sabatini ne ha escogitata una delle sue. Ha raggiunto infatti un accordo con Biella per il quale l’esborso che dovranno affrontare i piemontesi per il prestito dell’atleta andrà a diminuire più il ragazzo giocherà: in altre parole, se Moraschini dovesse giocare 20 minuti a partita o anche oltre, Biella farebbe l’affare di guadagnarci un bel po’ di soldini. Intuizione, questa, geniale da parte di Sabatini, questo va detto: e dimostrazione, soprattutto, che l’attenzione della società sul ragazzo è davvero alta, nonostante il prestito. Con Moraschini in uscita, il team bianconero conterà ora solo su un paio di giovani, che sarebbero Martinoni e Gailius (entrambi, tra l’altro, ad andamento fortemente ondivago), perché Koponen, nonostante i suoi 23 anni, ha già comunque alle spalle grandissima esperienza. In altre parole, la momentanea cessione di Moraschini (che comunque non è che fin qui avesse fatto esattamente faville) fa perdere l’etichetta di squadra più giovane al team bianconero.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.