Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Virtus, ovvero la svolta negativa che non ti aspetti. A complicare la vita ai bianconeri sono arrivate due sconfitte consecutive, una (bruciante ma comunque preventivata) contro Siena, e l’altra, ben meno facile da prevedere, contro Ferrara. Il risultato è che il preziosissimo 2° posto, che sembrava ormai quasi certo per le V nere, ora improvvisamente è divenuto una cosa complicata ed in notevole salita. Mancano 3 partite alla fine, ed al momento troviamo 3 squadre a 34 punti, Virtus, Roma e Milano, ma c’è anche Teramo, sotto di 2 lunghezze ma che, vincendo il recupero proprio con la Virtus il prossimo 30 aprile, potrebbe agganciare il gruppo che la precede, contando inoltre che gioca 2 delle ultime 3 partite del campionato in casa. A questo punto è davvero apertissima la corsa per la seconda piazza, che rappresenta un fattore decisamente vitale, sia perché semplifica di molto gli incroci dei playoff sia perché, soprattutto, da’ una vantaggio vitale per l’assegnazione delle licenze permanenti d’Eurolega: cosa che, va ricordato, sposterà non solo prestigio ma anche un bel po’ di soldoni. Ora, improvvisamente, tra Roma, Milano, Teramo e Virtus, la squadra sfavorita appare proprio quella bianconera: a causa delle intemperanze del patron Sabatini dopo il match contro i campioni d’Italia, Boykins e compagni dovranno giocare in campo neutro i prossimi due incontri, il che significa non poter vedere più la Futur Show Station da qui alla fine della stagione regolare. In altre parole, il più classico degli autogol, che rischia di pesare davvero tanto nella corsa finale della stagione.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.