Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La vittoria della Virtus domenica sul campo di Sassari è stata abbastanza sottovalutata: forse perché gli isolani sono neopromossi, forse perché si pensa che le V nere ottengano le vittorie con il blasone, e che quindi non sia vero che sul campo si parte dallo 0-0. La realtà è stata parecchio diversa: senza Sanikidze e Poeta, e con Koponen a mezzo servizio per una botta presa durante il match, i bianconeri hanno compiuto invece una grande prova. Innanzitutto tenendo gli avversari a soli 66 punti realizzati, quando la media precedente era ben più corposa; e poi con una serie notevole di prestazioni personali, parecchio sopra alle righe. I dati statistici spesso non dicono tutto di una partita, ma che i virtussini domenica ci tenessero parecchio a vincere è dimostrato dal rendimento di alcuni atleti: su tutti Jared Homan, autore di una clamorosa tripla doppia, equivalente a 21 punti realizzati più 16 rimbalzi catturati e 11 falli subiti. Roba non da tutti i giorni, come dimostra il fatto che sinora, in ben 9 giornate di campionato, nessun altro giocatore di qualsiasi squadra sia mai riuscito a mettere a segno un’altra tripla doppia. Ma non è finita: contro Sassari Valerio Amoroso ha catturato 13 rimbalzi personali, sfiorando il proprio record personale di 14 stabilito nel 2007, ma di questi 13 ben 10 erano rimbalzi difensivi, dato che stabilisce il nuovo record personale del giocatore bianconero. Numeri, questi, che testimoniano quanta voglia c’era domenica da parte dei ragazzi di coach Lardo di portare a casa il risultato. Con questa voglia, e finalmente con il rientro di qualche infortunato, il futuro delle V nere potrà essere finalmente roseo.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.