Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Interrotta la grande carestia di 6 sconfitte consecutive, la Virtus ritrova d’un colpo vittoria, gioco, e pure convinzione, al punto che, nella serata in cui Treviso sperava di affossare definitivamente i bianconeri, alla fine chi ha visto cedere le proprie certezze è stata proprio la truppa trevigiana. Merito alla Fortezza, che dalla grande paura ha saputo riemergere e ritrovare la propria convinzione, cavalcando la grande serata di chi di recente aveva spesso toppato: Ford, Vukcevic, Blizzard, Boykins, tutti i “desaparecidi” dell’ultimo periodo ieri sembravano rivoltati come guanti, al punto che la legge del contrappasso ha colpito proprio chi (Langford sopra tutti) aveva di recente mostrato cose fantasmagoriche, e ieri sera sembrava invece un pesce fuor d’acqua. Già a +16 nel primo quarto, la Virtus ha poi retto abbastanza agevolmente l’urto del ritorno della Benetton, riportatasi fino al -5, mettendo di nuovo la freccia nell’ultimo parziale (nel quale Boykins e compagni hanno toccato anche il +21), e chiudendo sul 94-81 finale. Difficile, a questo punto, prevedere quale sarà la Virtus che salirà domani in terra trevigiana per la terza gara: se dovesse trattarsi della squadra vista ieri, ci si potrebbe attendere anche un clamoroso colpaccio. Se, viceversa, dovesse palesarsi di nuovo la squadra stonata e scordata vista martedì a Treviso, difficilmente i bianconeri ci caveranno le penne. Intanto, La Fortezza un risultato importante l’ha ottenuto, quello di ritrovare la vittoria, cosa che le permette di sapere fin d’ora che, comunque andrà domani a Treviso, i bianconeri avranno a disposizione un’altra gara in casa, lunedì prossimo.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.