Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Appaiate anche negli impegni europei, Virtus e Fortitudo hanno iniziato ieri sera la settimana del derby sulle tavole continentali, e l’hanno fatto con segni opposti. La Virtus ha espugnato il campo degli estoni del Tartu Rock dopo un tempo supplementare, rimanendo così imbattuta in testa al girone di Eurochallenge: tanta fatica, comunque, molto più di quanta preventivata, per Boykins e compagni, convinti forse di raccogliere la posta piena con il minimo sforzo. Dall’altra parte, invece, la Fortitudo ha colto la seconda sconfitta in altrettante gare di Eurocup, stavolta sul proprio parquet contro il Pamesa Valencia, ma alla luce della forza dell’avversario (che non mira semplicemente a vincere il proprio girone ma vuole dichiaratamente aggiudicarsi l’intera competizione), bisogna dire che in questa occasione i biancoblù non se la sono cavata poi malissimo. Finalmente cresciuta la difesa, è ancora una volta in attacco dove la coperta è stata corta, nonostante un perfetto Fucka che a 37 anni suonati dimostra di avere ancora molta più classe (e pure voglia) di parecchi suoi compagni di squadra. Ora le menti ed i cuori volano già al derby di domenica prossima, consci che anche gli impegni europei hanno mostrato chiaramente un momento nel quale le due formazioni cittadine paiono andare a due velocità nettamente diverse. Poi, come si sa, il derby spesso porta sorprese, ma se i responsi continentali dovevano sancire una mezza verità, questa è arrivata senz’ombra di dubbio a favore della Virtus. Alla F scudata, ora, il compito di provare a ribaltare gli attuali equilibri.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.