Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display


rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/virtus_20130222.mp4
Diciamolo onestamente: alla Virtus è andata di lusso! Minard a Bologna ha deluso non poco e il fatto che sia arrivata una società a rilevarne il contratto, pagando pure un buy out, è stata una splendida cosa. Potremo discutere a lungo sull‘accavallarsi di comunicati stampa nella giornata di mercoledì, sul fatto che non si sapesse che il ragazzo aveva una clausola d“uscita dal contratto, ma resta il fatto che la V nera è stata pagata per lasciare andare un giocatore che avrebbe tagliato volentieri. A proposito di americani era girata anche la voce che non solo Minard, ma pure Smith, avrebbe potuto salutare Bologna: almeno, in questo caso, è stato il suo agente Marc Ost a smentire con un laconico: “Steven è sotto contratto con la Virtus e non ha intenzione di lasciare la squadra“?. Più vago l‘agente italiano Marco Damiani: “Abbiamo sentito più volte la società e aspettiamo risposte chiare. I tempi sono quasi maturi, in senso positivo o negativo“?. Intanto Sassari si è fatta sotto per Mason Rocca, che prenderebbe volentieri immediatamente, e per Gigli, per il quale aspetterebbe giugno. Ben felici che i giocatori bianconeri siano così appetibili viene naturalmente da chiedersi perché tutti si stiano scatenando a formalizzare offerte: la società, in ogni modo, smentisce problemi di natura economica e a noi non resta che sperare che sia davvero così. Anche perché un sostituto di Minard ci vuole, visto che parliamo pur sempre di uno che segnava 10 punti a partita in una squadra che non ne metteva a referto 120… Attualmente si parla di Marcus Eliot Williams, ala di due metri che nel 2007 è stato scelto al secondo giro del draft dai San Antonio Spurs. La sua carriera non è andata come sperava, subito la D league, con la casacca degli Austin Toros, poi la Cina, dove ha evoluito ottimamente con lo Shanxi, meritandosi il premio come miglior giocatore, nel suo ruolo, del campionato. Di sicuro la Virtus domenica scenderà in campo, alle 18,15, all‘ Unipol Arena, con la Sidigas Avellino, senza Minard e Moraschini, vittima di problemi al ginocchio, ma con Danilo Andjusic, che è riuscita a tesserare. Parliamo di un ragazzo che non è impegnato in una gara ufficiale da metà dicembre che, difficilmente, sarà in grado di offrire un contributo importante da subito. Oltretutto ha 21 anni, è da verificare a questi livelli e scopriremo tra qualche tempo se sarà in grado di offrirlo in futuro. Basti dire che Sabatini, prima di scoprire che

Minard aveva già il piede sull‘aereo destinazione Turchia, era stato chiarissimo nell‘evidenziare che il serbo non sarebbe andato nei 12 a referto. Insomma la Virtus si presenta ad uno scontro importante per la salvezza, perché di salvezza, d“ora in poi, bisognerà parlare, chi dice play off bestemmia, con uno straniero in meno e con gli altri due per i quali si spera che qualcuno si faccia avanti, perché a volte, tante, sarebbe stato meglio se non ci fossero stati. Poi è chiaro che andrebbero sostituiti, ma per come hanno giocato fino ad ora non dovrebbe essere un“impresa improba, spendendo pure molto meno. A vedere la partita ci sarà anche il neo Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Gianni Petrucci, la cui giornata felsinea inizierà con un pranzo con la selezione maschile Emilia Romagna Under 14 (con tecnici, dirigenti e genitori ) fresca vincitrice del Trofeo delle Regioni. Quindi incontro con la stampa, visita della sede del Comitato-FIP della nostra regione e, infine, come detto, Unipol Arena per gustarsi Saie3 Bologna- Sidigas Avellino. Non è affatto escluso che percepisca il dissenso di parte della tifoseria Virtus nei confronti di Sabatini.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.