Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

E’ una Virtus particolarmente distratta, quella degli ultimi giorni. Distratta da eventi positivi (la prestigiosa conquista dell’Eurochallenge Cup, che ha riaperto la bacheca bianconera dopo 8 lunghi anni), distratta anzitempo da voci di mercato (l’estensione del contratto di Langford prima, il rinnovo di Boniciolli poi), ed anche distratta dalle solite polemiche, stavolta contro la Fip ed il suo nuovo Presidente Dino Meneghin, reo di non essere venuto a presenziare all’evento quando, prima della kermesse, Sabatini stesso dichiarava di sperare vivamente che nessuno dalla Fip si facesse vivo. L’incoerenza al potere, insomma. Peccato, comunque, che le V nere siano perse in queste distrazioni a raffica, perché domani la squadra ritorna già in campo, per il recupero del match a Teramo rimandato lo scorso 11 aprile a causa del disastro del terremoto. La Banca Tercas sta attualmente demolendo ogni record societario: ha raggiunto i play-off con 5 partite di anticipo, ha già messo da parte 34 punti in classifica (e ce ne sono ancora 6 in palio), e soprattutto ha tenuto il passo delle grandi mantenendo ancor oggi aperta la possibilità di raggiungere il secondo posto in classifica. Tutti record societari, come si diceva. Domenica scorsa, contro Montegranaro, ha raccolto la settima vittoria casalinga consecutiva, ed è in questo ambiente di esaltazione totale che domani sera la Virtus dovrà cercare punti fondamentali nella corsa al 2° posto. Prepararsi con meno distrazioni, tanto per tornare al discorso iniziale, sarebbe insomma stato, di certo, molto, molto più indicato.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.