Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla fine, per la Virtus è arrivato l’incrocio peggiore, quello con Siena. Non bastasse il titolo di campioni d’Italia ad incutere timore, può essere utile ricordare come i bianconeri non vincano una partita contro i toscani da anni, essendo ormai arrivati a 19 sconfitte consecutive. Peppe Poeta, puro spirito partenopeo, si è dichiarato pronto ad andare a San Luca a piedi arrivasse anche solo una vittoria: e va ricordato che, per passare il turno, alle V nere ne occorrerebbero tre. Pura fantascienza, insomma. Senza esagerare, la Virtus si può quindi considerare già a fine stagione, pur avendo ancora 3 partite da affrontare. O no? Senza esagerare in ottimismo, va invece rimarcato come mai come quest’anno la corazzata senese ha dato qualche segno di cedimento: e negli scorsi anni, quando il Monte Paschi sembrava davvero inarrivabile, nessuna squadra è riuscita più della Virtus a metterla in difficoltà. Vanno ricordate a tal proposito le due finali consecutive di coppa Italia, nelle quali la vittoria andò ai senesi solo all’ultimo secondo e pure con qualche fischiata non esattamente favorevole ai bianconeri. Se poi contiamo che quest’anno i campioni d’Italia hanno già perso contro Varese, Caserta, Avellino e Sassari (buone squadre ma non esattamente delle corazzate), e che (incredibile ma vero) hanno terminato la stagione regolare con 2 sconfitte nelle ultime 3 gare, ecco che in via dell’Arcoveggio si può anche pensare a giocarselo, questo quarto di finale apparentemente impossibile. Tanto, in fondo, provarci non costa niente.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.