Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Anche stavolta, come domenica scorsa contro Pesaro, vittoria doveva essere e vittoria è stata. Più bella, diciamolo, rispetto al risicatissimo successo di domenica scorsa: pur senza asfaltare gli avversari, che erano però reduci da due vittorie importantissime come quelle contro Siena ed Istanbul, Koponen e compagni hanno finalmente mostrato di nuovo le facce giuste, la voglia di sbucciarsi le ginocchia per buttarsi su ogni palla. Roba, insomma, che mancava da un bel po’ di tempo in qua in casa bianconera. Sarà forse stato il derby ravvicinato con la Fossa dei Leoni della Fortitudo, presente in grande numero per sostenere la gemellata tifoseria casertana, sarà forse stata la posta in palio, perché il 4° posto a cui si è rimasti incollati è davvero oro in questo momento: qualunque sia stata la musa ispiratrice, questa è la Virtus che i tifosi volevano e vorranno vedere. Da adesso in poi la musica sarà sempre difficile e fondamentale: bussa infatti alle porte innanzitutto la trasferta a Montegranaro, assolutamente vitale in ottica classifica, a cui faranno seguito le partite contro Varese, Treviso e Sassari, sulla carta più abbordabili e per questo imprescindibili se davvero si vuole mirare ai quartieri alti di questo campionato. Le V nere viste ieri possono davvero aspirare al salto di qualità.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.