Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

SORRIDENTE, rilassato e soddisfatto. Sono le prime tre immagini di Earl Boykins che la Virtus presenterà oggi (anche ai tifosi) alle 16,30, al Cierrebi. Il califfo Nba, che in questa stagione dovrebbe essere il giocatore più pagato di tutta la serie A (tra ingaggio e benefit si parla di una cifra vicina ai 3 milioni e mezzo di dollari, che al cambio fanno 2,3 milioni di euro), è atterrato in orario a Milano dove è stato subito preso in consegna da un incaricato del club bianconero che l’ha portato direttamente nella palestra dell’Arcoveggio dove ha preso il primo contatto con Andrea Luchi, giemme bianconero.
Senza tradire emozione né tantomeno stanchezza — abituato ai viaggi Nba Earl è abituato a dormire tranquillamente anche a diecimila metri di altezza — Boykins ha indossato canotta e calzoncini.
Non c’è stato bisogno nemmeno di un richiamo particolare: Boykins ha preso il pallone e ha cominciato ad allenarsi, per la gioia del fotografo che ha immortalato i suoi primi passi all’ombra delle Due Torri.
Qualche piccolo controllo medico (il resto è in programma oggi, in mattinata) e poi via in albergo.
Un semplice piatto di pasta — ci sarà tempo, poi, per prendere contatto con la cucina di casa nostra — e poi un po’ di riposo.

NEL POMERIGGIO, poi, di nuovo in auto. Con Andrea Luchi, Boykins ha valicato l’Appennino per raggiungere Pistoia dove ha potuto seguire lo scrimmage dei compagni di squadra, impegnati con Pistoia. Test senza senza Langford dalla palla a due (leggero problema muscolare per Keith) e poi dovendo fare a meno di Ford (distorsione alla caviglia, nulla di grave). Punteggio ufficioso 84-78 per i toscani con la Virtus più brillante negli ultimi due quarti.
E oggi la presentazione alla stampa e il primo bagno di folla con i tifosi. Un mese fa aveva detto di aver scelto Bologna per la sua storia e la possibilità di giocare il derby. Oggi — la taglia, assicura chi l’ha visto da vicino, è la stessa del Green di Avellino — lo potrà raccontare ai nuovi fan che non vedono l’ora di studiarlo sul campo con un pallone da basket tra le mani.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.