Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Virtus reduce dalla bella e polemica vittoria colta sabato ad Avellino, non può

permettersi di metabolizzare nemmeno un po’ i due importanti punti colti, perché preme da

subito l’Europa. Stasera i bianconeri sono infatti di scena in Germania, a casa di

quell’Oldenburg che all’andata regalò l’unico sconforto sinora provato dai ragazzi di

Boniciolli nella seconda fase dell’Eurochallenge. Le V nere cercheranno con tutte le

proprie forze l’impresa, un po’ per vendicare l’affronto del girone di andata, ma soprattutto

perché una vittoria stasera assicurerebbe ai bianconeri la qualificazione matematica con

un turno di anticipo, con più che fondate speranze di portare a casa il passaggio da prima

del girone. I teutonici non paiono in effetti in uno straordinario momento di forma: la

settimana scorsa l’Oldenburg è stato infatti battuto dal Kiev arrivando a malapena alla anemica quota di 54 punti realizzati. La Virtus è stata seguita quest’oggi in terra tedesca da una quindicina di sostenitori, motivo che spingerà i bianconeri ad un surplus di impegno per scavalcare l’ostacolo. A condurre la truppa virtussina sarà con tutta probabilità il sontuoso Keith Langford di questi tempi, che dall’altra parte del campo ritroverà però Rickey Paulding, avversario di sempre ai tempi non lontani del campionato universitario americano, ora miglior marcatore di Oldenburg con 14 punti e mezzo a partita. I tedeschi attualmente occupano il secondo posto nel campionato teutonico, ma soprattutto sono terzi nel girone di Eurochallenge: in altre parole, per gli avversari della V nere quella di stasera è una gara da dentro o fuori. Alla Virtus il compito di chiudere definitivamente le speranze tedesche.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.