Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Improvvisamente, la gara della Virtus domenica a Milano pare essere diventata la madre di tutte le partite. Nonostante le dichiarazioni di prammatica del patron Sabatini, che fanno desumere una totale e giusta debacle di Koponen e compagni in terra meneghina, in realtà i bianconeri tenteranno eccome il colpo sotto la Madonnina. Un po’ perché l’Armani Jeans naviga nelle prime posizioni ma pare ogni volta tutt’altro che imbattibile (ed il cambio di allenatore dal bolognese Piero Bucchi al totem Dan Peterson non ha cambiato granché le cose, anzi le ha forse peggiorate); ma anche un po’ (anzi, soprattutto) perché le V nere ora hanno tanto da farsi perdonare, dopo le 3 sconfitte consecutive, due delle quali casalinghe ed ottenute contro formazioni (Varese prima, Sassari poi) tutt’altro che trascendentali. Quindi un clamoroso segno 2 sull’ipotetica schedina domenica prossima ci potrebbe stare eccome, risolvendo (nel caso) non poco per la classifica bianconera, ora improvvisamente ingarbugliata. L’unica vera incognita, ancor più della forza dei milanesi e della voglia di riscatto degli uomini di Lardo, è in realtà l’attuale lavoro del patron Sabatini per entrare nella dirigenza del Torino Calcio. Va infatti segnalato che quando il n.1 delle V nere si adoperò per acquisire il Bologna, peraltro senza successo, la squadra ebbe un calo vertiginoso, in campo e nei risultati, un po’ come i bambini che rendono di più quando li viene a vedere il papà. Vedremo se anche stavolta le attività extra-basket di Sabatini finiranno per distrarre pericolosamente i bianconeri.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.