Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_basket_20141121.mp4
Prova del fuoco per la Virtus di Valli che domenica va a Brindisi per verificare la crescita del gruppo ma anche dei singoli. Un banco di prova difficile ma non impossibile. La partita con Venezia ha infatti mostrato che i bianconeri possono giocarsela anche con squadre di livello superiore, e metterle in seria difficoltà. I due punti però non sono arrivati. A Brindisi la squadra di Valli dovrà provare a strapparli, avendo recuperato Hazell e quindi le rotazioni al completo.
La squadra di Piero Bucchi è in un momento di profondo cambiamento. In campionato Brindisi ha vinto 3 partite – come la Virtus – ma ha perso le ultime due, complici anche alcuni piccoli infortuni a vari giocatori.
Per quanto riguarda la Fortitudo, invece, c’è Desio erede di quell’Aurora che venne promossa in A2 nel 1985 fece due salti nella massima serie senza tanta fortuna, e poi chiuse i battenti nel 1994 dopo aver, peraltro, conquistato l’ennesima promozione in A1. Da quelle ceneri nacque una società quasi omonima che, dopo 3 anni tra B1 e B2, nel 1998 ripartì definitivamente dalla promozione e ottenendo questa estate il ripescaggio nella quarta serie che, in città, mancava da quasi un ventennio. Si gioca alle 18, non al Palasport di via Aldo Moro che è la abituale casa della squadra, ma nel più capiente PalaDesio: per intenderci, la struttura dove un po’ di tempo fa Cantù – e ora Milano – giocano le gare interne di Eurolega, e dove si faranno le Final Eight di Coppa Italia. Lamma e Iannilli hanno accusato qualche problema fisico in settimana, ma non dovrebbero essere in dubbio

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.