Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

“Trent’anni volati via così” dice Renato Villalta lasciandosi andare ai ricordi “mi sembra che tutto sia successo ieri. Sono onorato di questo binomio che siamo riusciti a realizzare nuovamente. Come ho detto fin dall’inizio di questa avventura, noi siamo un patrimonio della città e dobbiamo tornare a radicarci. Quando abbiamo avuto la possibilità di buttare le basi per il ritorno un marchio storico come Granarolo, non abbiamo perso l’occasione. C’è molto da lavorare: la Virtus è un marchio importantissimo, cercheremo insieme con gli sponsor e gli altri di procedere in questo percorso. E’ bello ricordare il passato, anche una storia gloriosa come questa, ma penso che sia necessario pensare al presente e al futuro. Abbiamo creato un progetto per riportare la Virtus in alto. Se riusciremo ad arrivare fra i primi quattro, saremo molto contenti.
Ci manca qualche tassello nella composizione della squadra, ci sono alcune scommesse che stiamo facendo e abbiamo fatto: speriamo che portino i giusti risultati”.

Nel corso della conferenza è stata presentata per la prima volta la nuova canotta della Virtus “griffata” Granarolo: lo stesso Villalta ne ha consegnata una al presidente Calzolari, nella versione “casalinga” (scritte nere su fondo bianco) e col leggendario “numero 10”. “L’unico modo”, ha scherzato Calzolari, “per ottenere la maglia con un numero che nessuno nella storia della Virtus potrà più portare”.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_villalta_20130905.mp4
Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.