Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

«LA MIA PRIMA idea era quella di inserire nel pacchetto lunghi un atleta, per risolvere il problema dei rimbalzi. Avevamo inseguito Otis George e in seguito, dopo aver visionato i tanti profili di giocatori prendibili, siamo arrivati a Ebi». Spiega così, Giorgio Valli, la strategia che ha portato il Club a mettere le mani sul lungo nigeriano.
«All’inizio costava troppo — continua il coach — poi il prezzo si è abbassato e ce l’abbiamo fatta».
Non è il lungo con tiro da fuori che ad un certo punto pareva un obiettivo della società: Ebi ha comunque una discreta mano, attorno al 30% da fuori, ma le sue doti migliori sono altre.
«Dovessi fare un paragone con giocatori atletici che sono transitati in passato in Italia — è sempre Valli che parla — direi che Ebi, con i suoi 206 centimetri e 92 kg., mi ricorda un po’ Dallas Comegys (ex Sassari, Siena e Fortitudo Bologna) e un po’ Maceo Baston, che prima di diventare una star al Maccabi, si affermò proprio in Italia, a Montecatini».
Paragoni impegnativi e che già fanno sognare i tifosi non proprio giovanissimi, che ricordano soprattutto le gesta di Comegys. E Valli prosegue la sua analisi.
«Di tiratori ne abbiamo già tanti in squadra, mi serviva un giocatore atletico che si completasse con Jamison.
Ebi tecnicamente è un po’ da affinare, risente probabilmente il fatto di non aver fatto il college, ma è un giocatore eccellente in campo aperto, pronto sugli scarichi e da contropiede. Deve migliorare nel gioco a difesa schierata: forse è andato nell’Nba troppo giovane, l’Europa gli servirà anche in questo».
Voleva due giocatori da plasmare, Giorgio Valli, ed è stato accontentato. «Mi piace la gente motivata, che ha «fame», anche a discapito dell’esperienza. Quando c’è la volontà, tutto il resto viene di conseguenza».

DOMENICA IL RADUNO.
Prima seduta di lavoro domenica 10 agosto per la Carife. Valli ha convocato staff tecnico e giocatori alle 15 al PalaSegest per i primi test atletici che saranno diretti dal preparatore atletico Michele Iacomucci.
Alle 18 la squadra sarà presentata alle autorità, sponsor, media e tifosi al Kleb Sport City, che per il quinto anno consecutivo, grazie alle sue strutture all’avanguardia, sarà il quartier generale della squadra per tutto ciò che riguarda l’attività di carattere atletico e pesi.
E per chi non sarà in città in quella giornata, ma ai lidi ferraresi, ci sarà la possibilità di incontrare i campioni della Carife dalle 20 a Lido di Spina al Bagno Schiuma. Una novità che è stata organizzata dal Basket Club appunto per soddisfare tutti quei tifosi di Ferrara e provincia che in questo periodo della stagione trascorrono le loro vacanze ai lidi ferraresi.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.