Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Siamo davvero vicini alla conclusione di un mondiale di Moto Gp alla fine molto più incerto del previsto, con Lorenzo che sta braccando Valentino Rossi a tre gare dal termine, e il clima si sta ancor di più infuocando con alcune indiscrezioni sulla prossima stagione. Tutti sanno che Valentino Rossi non è stato di certo molto felice del rinnovo del contratto di Jorge Lorenzo sulla Yamaha, e tutti sanno che da quel momento l’idea di salire sulla Ducati si è fatta ogni giorno più forte e si stanno avendo conferme sulle trattative. Stamani sono emersi alcuni dettagli sulla stampa: il 14 settembre, alle 18,30, un’Audi con i vetri posteriori oscurati, Uccio Saletti al volante, l’amico fraterno di Rossi, e Jeremy Burgess al suo fianco, il meccanico delle grandi vittorie in 500 e MotoGp, è entrata nei cancelli di via Cavalieri Ducati a Borgo Panigale, la sede dell’azienda motoristica italiana. Che sul sedile posteriore dell’Audi ci fosse l’otto volte campione del mondo è una supposizione credibile. Esisterebbe quindi un pre-accordo con Ducati Motor. Ci sono alle spalle due sponsor potenti come Fiat e Marlboro, entrambi desiderosi di ottenere spazi e tempo dall’atleta italiano che più sposta la fantasia dei ragazzi e, quindi, ne veicola gli acquisti. Pare inoltre certo che Rossi si porterà in Ducati Davide Brivio, l’uomo che andò a pescarlo a Ibiza per convincerlo a lasciare Honda e abbracciare l’avversario sconfitto a ripetizione, Yamaha, appunto oltre a Jeremy Burgess e i suoi ragazzi dell’officina. ” Rossi in Ducati vuole formare una squadra propria, una sorta di team satellite servito, ovviamente, con il materiale di prima scelta della squadra interna. Nel “Ducati uno” sono stati confermati Casey Stoner, appena rientrato e arbitro della prossima gara a Phillip Islands, e l’americano Nicky Hayden. Il “Ducati due” avrà un solo pilota: Valentino Rossi, impegnato nella quarta scommessa della vita. Ma il dubbio nasce spontaneo: come reagirà la Yamaha in questo finale di stagione, con il titolo ancora in ballo tra suoi due piloti, di cui uno pronto ad andarsene? Lo vedremo in pista già da domani.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.