Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Un’altra festa in piscina che si è trasformata in un dramma.

La cornice, questa volta, è quella dello Junior Club di Rastignano, ancora una volta in provincia di Bologna, dove un ragazzo italiano di 25 anni, poco prima dell’una di questa notte, ha avuto un malore subito dopo essere sceso in vasca per fare una nuotata in compagnia di tre suoi amici.
I bagnini dell’impianto lo hanno soccorso immediatamente, estraendolo dall’acqua e sottoponendolo a respirazione. Anche se il battito cardiaco e il respiro sono ripresi subito, però, il giovane non si è mai ripreso dallo stato di incoscienza.
Gli operatori del 118 intervenuti sul posto lo hanno trasportato d’urgenza al Policlinico Sant’Orsola-Malpighi del capoluogo, dove adesso si trova ricoverato nel reparto di rianimazione, in condizioni giudicate molto gravi.
Sembra che una spiegazione di quanto accaduto possa venire dal una patologia pregressa di cui il ragazzo soffrirebbe, e su cui i medici hanno immediatamente avviato tutti gli accertamenti necessari.

Un episodio che non può non riportare alla mente quello di cui solamente una settimana fa è stato vittima un ragazzo romano, iscritto alla facoltà di Geologia dell’università di Bologna, che stava festeggiando il suo ventesimo compleanno e la fine delle lezioni ad una festa privata in una villa ad Ozzano Emilia.
Dopo avere lottato per cinque giorni contro la morte, anche lui in un letto della rianimazione del Sant’Orsola, alle 22 di ieri si è concluso il periodo di osservazione da parte dei medici del Policlinico, con gli strumenti che non hanno rilevato alcun segno di attività cerebrale.
Una procedura che per prassi precede la constatazione del decesso ufficiale e il distacco delle macchine.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_ragazzo_annegato_20130726.mp4
Categoria: Cronaca
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.