Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Troppe aspettative forse, nelle mani del Bologna.Qualcuno aveva visto la partita con la Roma come l’incontro del definitivo rilancio del Bologna; ma così non è stato. Sono bastati piccoli errori in una difesa insolita e nuova, sperimentata forse nel momento sbagliato a far crollare la speranza che il Dall’Ara fosse un fortino inespugnabile per tutte le avversarie. Malesani si è affrettato in conferenza stampa a difendere il suo terzino destro, Casarini, che secondo il tecnico è colpevole solo di aver sbagliato una sola azione ma non ha esitato a commentare in maniera meno felice la prestazione del Nino Ramirez colpevole a detta sua di aver perso troppi palloni, per la smania di giocare con poca concretezza. Nel Bologna si salva Rubin, capace di crederci sempre fino alla fine, mentre Cherubin ed Esposito, senza aver commesso grandi errori sono sembrati un po’ timorosi.
Sicuramente non bisogna farne un dramma visto che di fronte c’era la Roma,pronta a riscattarsi dopo il cambio dell’allenatore.Nonostante qualcuno continui a dire che questa squadra possa giocare tranquillamente senza i suoi titolari, all’appello ieri mancavano giocatori come Britos, Perez , Moras e Portanova e senza i titolari porta a casa sempre delle prestazioni non esaltanti.
Sabato il Bologna dovrebbe riavere tutti i giocatori chiave tranne Ramirez che per l’ammonizione presa ieri salterà la gara a Torino, e questo è davvero un peccato. Malesani dovrà scegliere se proseguire sulla strada degli esperimenti o affidarsi ai suoi uomini migliori,anche se la scelta sembra essere per il bene della squadra,ovvia. Nella speranza anche che Marco Di Vaio si sblocchi e torni a segnare il prima possibile,magari proprio a Torino.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.