Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ancora una volta Donadoni ha coperto gli allenamenti della squadra rossoblù e il lavoro del cronista è rimasto quello di ipotizzare schemi e formazioni che sono realizzati sulla base del buon senso ma non certo confermate dal lavoro visto sul campo. In questa settimana il Bologna si è allenato a porte aperte solo per la seduta poco più che defaticante di lunedì e per quella fisica di martedì, Troppo poco per capire se nella mente dell’allenatore ci sono novità in vista per una partita che per il nome dell’avversario sembra abbordabile ma per Donadoni e i suoi collaboratori è molto complicata. L’Empoli, infatti, viaggia alla straordinaria media di 24 punti. E’ al nono posto in classifica grazie soprattutto alle 3 vittorie in trasferta e ai due pareggi. Una squadra che può vantare un giocatore troppo sottovalutato come Saponara, che riesce a mettere in moto un cannoniere come Maccarone che non è solo un giocatore dall’infinita esperienza, ma pure capitano e trascinatore dei toscani.
In casa rossoblù c’è da fare i conti con l’infermeria: fuori Giaccherini, Rizzo e Krafth, è tornato con i compagni dopo un paio di sedute a parte capitan Gastaldello, così come dopo la squalifica torna sulla sua fascia sinistra Adam Masina. Così, con Oikonomou e Rossettini a destra sulla difesa non ci sovrebbero essere novità. Così come per l’attacco, dove senza Rizzo e Giaccherini, sembra scontato l’avanzamento di Brienza accanto a Destro e Mounier. Unici dubbi a centrocampo. Se la squalifica di Diawara per un turno rilancia Lorenzo Crisetig fino a questo momento utilizzato solo la prima partita e per altri due spezzoni da inizio campionato, come mezzali a sinistra sembra scontata la conferma di Saphir Taider, mentre a sinistra si giocano una maglia Brighi e Donsah. Del primo Donadoni sa esattamente cosa può dare. Si tratta spesso di un sei politico, giocatore che crea equilibrio e dà sicurezze. Donsah sulla carta è qualitativamente migliore. Capace di sparigliare le carte. Nello stesso momento le sue prestazioni sono piene di alti e bassi e tatticamente non sempre risponde alle attese del tecnico. Probabile una staffetta tra i due. Dipenderà solo a chi verrà data una maglia da titolare. Domani Donadoni illustrerà come ha preparato l’incontro e magari farà capire se in futuro sarà possibile vedere qualche allenamento in più durante la settimana. Fare previsioni è bello, ma avere anche una conferma dal campo sarebbe meglio.

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.