Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Le V nere hanno messo sotto contratto l’ex playmaker di Charlotte, Denver e Milwaukee, alto 165 centimetri. Sarà il giocatore più pagato di tutta la nostra Serie A: nella prossima stagione guadagnerà 3.5 milioni di dollari. Nella scorsa stagione Marques Green di Avellino, dall’alto dei suoi 165 centimetri, aveva furoreggiato a lungo. Forse, memore di questo, la Virtus Bologna ha deciso di optare anch’essa per un playmaker di taglia extra-small. E ha scelto uno dei più forti, direttamente dalla Nba: Earl Boykins.
MAI SCELTO A UN DRAFT – Nato nel 1976, Boykins ha firmato un contratto di un anno a 3.5 milioni di dollari. Diventando così il giocatore più pagato del nostro campionato. Non male per uno che, comunque, in nove anni tra i professionisti ha messo a segno 9.4 punti di media a partita. Una bella soddisfazione per uno che non è mai stato scelto a un draft.
LEGGERISSIMO – Earl detiene comunque un record: quello di giocatore più leggero nella storia dell’Nba (60 chili). Per due anni è stato anche colui che ha segnato più punti in un overtime, 15; prima che arrivasse Gilbert Arenas a piazzarne 16.
DIASPORA – Continua così, con l’operazione Boykins, la “diaspora” di giocatori che dall’Nba si trasferiscono, o ritornano, in Europa. Dopo i casi Childress (firmato dall’Olympiacos), Garbajosa, Delfino, Navarro, Krstic, Arroyo e compagnia, ora tocca al piccolo-grande Earl. Con un cuore grande così, sulle orme di Marques Green.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.