Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Vittoria di carattere per la Solar Farm che al CopernicoSport-City, nella quinta giornata del campionato di B2, regola un Appignano vivace e mai domo (3-1). Si comincia con i ragazzi dell’Armata Giallonera premiati dal copresidente Penazzi e con il minuto di silenzio osservato in memoria di sua madre, scomparsa la scorsa settimana. Dopo un inizio punto a punto è Appignano a scavare il primo break (3-8), prima che la Solar Farm riesca a ricucire, guidata da un buon Torre all’esordio. Il set prosegue in sostanziale equilibrio, con Appignano che non molla, aggrappandosi all’incisività in attacco di Molinari e alla potenza di Sarpong. Sul 19-20 una ricezione sbagliata dei marchigiani su battuta di Dalla Casa regala alla Solar Farm il 20-20, mentre Rossetti da una parte (due punti consecutivi) e due buoni giochi gialloneri mantengano il parziale in parità (22-22). Comincia così un finale di set estenuante, concluso dall’attacco fuori dal campo di Appignano per il 31-29 a favore dei padroni di casa. Il secondo parziale riparte sulla stessa falsa riga del primo con le due squadre in campo sempre a contatto, alternandosi con piccoli vantaggi (4-3, 6-6, 13-11, 15-15), senza tuttavia riuscire mai a piazzare un break determinante nello spostamento degli equilibri. Sul 20-19 per la Solar Farm è Appignano a piazzare un 3-0 che illude gli ospiti (20-22), prima di un altro finale tirato che questa volta premia Appignano con i due punti consecutivi di Sarpong. Forte del pareggio conquistato, Appignano parte subito forte nel terzo set (0-3), ma la Solar Farm è brava a reagire rimettendo la testa avanti (5-4) e respingendo i ripetuti assalti degli avversari (8-5, 14-8, 15-11). I gialloneri mantengono gli avversari a distanza di sicurezza, allungando a +6 sul 22-17 ed archiviando il set con due attacchi consecutivi di Lucchi. Macerata, tuttavia, non demorde e preme subito il piede sull’acceleratore nel quinto set scavando un break importante (3-7), che viene successivamente ricucito da Trivellone e compagni, bravi a rientrare in partita (6-7, 8-8). Su un errore in ricezione di Appignano, Torre prima porta in vantaggio la Solar Farm per la prima volta nel quinto set (9-8) e poi è preciso in battuta, contribuendo a scavare il solco fino al 21-13. Con un margine ampio da gestire, la Solar Farm tiene duro e porta a casa un successo importante per il morale e per la classifica.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.