Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Pioli-Guaraldi
Il Bologna continua ad allenarsi a porte chiuse in vista dell’incontro con il Sassuolo. Oramai le indicazioni sono abbastanza precise. Si delinea un 3-5-1-1 che vedrà capitan Diamanti dietro a Cristaldo. Il posto del capitano in questi giorni viene preso da Acquafresca e Bianchi accanto al Churry che sembra il giocatore in avanti più in forma.
In porta il ballottaggio tra Curci e Stojanovic continua, ma è probabile, in un momento di totale turn over, provare ad inserire un nuovo protagonista, che comunque lo scorso anno ha dimostrato di potersela cavare egregiamente, rispetto a chi fino ad ora non ha dato per nulla sicurezza al reparto.
Un reparto completamente nuovo, con un modulo adottato in questa stagione solo per alcuni spezzoni di partita. Davanti al portiere, infatti, si stanno allenando Natali, Sorensen e Mantovani, anche perchè comunque Antonsson è via con la propria nazionale ma difficilmente verrà riproposto dopo gli ultimi disastri. Non è certo lui l’unico responsabile dei tre punti in sette incontri, ma è chiaro che da un punto di vista psicologico tutti questi cambi nell’undici titolare dovrebbero dare una scossa. Nessuno se lo augura, ma nella malaugurata idea che anche a Reggio Emilia con il Sassuolo non dovessero esserci segnali di ripresa il cambio di panchina non sarebbe aria fritta, ma rispetto a ieri abbiamo una novità. Edy Reja ha dato il proprio assenso ad una eventuale chiamata, senza porre paletti ne di carattere tecnico, né di carattere economico. Diciamo che è ciò che tutti avevano capito, ma molte erano le Cassandre che si dicevano esperte conoscitrici del tecnico, per cui non avrebbe accettato una squadra come il Bologna.
Diciamo che ora c’è pure il paracadute. Non può essere un alibi, soprattutto per i giocatori, che comunque hanno capito che la strada per il loro allenatore è tutta in salita e non devono abbandonarlo proprio ora. Anzi tutti augurano a Pioli lunga vita in rossoblù, nello stesso momento bisogna che sappia che sotto le Due Torri sono passati tanti allenatori e nessuno di loro è mai stato indispensabile.
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20131011.mp4

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.