Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

DOPO un primo tempo sicuramente positivo, la Trenkwalder soffre il ritorno dell’Umana Venezia e, alla fine, è costretta a cedere più che altro per stanchezza alla compagine orogranata “E’ stata una sconfitta in cui abbiamo faticato molto – spiega Franco Marcelletti a fine gara – e devo fare i complimenti al mio collega Bizzozi per come ha gestito la partita. D’altronde noi senza taleti come Infante, Fultz, Masoni e Melli non possiamo essere sempre al top e questo, nei secondi due quarti, si è fatto sentire. E’ stata una gara molto difficile per noi e abbiamo sofferto. Abbiamo cercato di alzare i toni della difesa e siamo riusciti a contrastare Venezia finchè abbiamo retto fisicamente, poi siamo inevitabilmente calati e abbiamo lasciato via libera ai nostri avversari nel finale”.
Sicuramente positiva anche la prova dei giovani Ancellotti e Defant, autori rispettivamente di 6 e 5 punti, che hanno tenuto il campo molto bene e hanno tenuto testa alla esperta compagine veneziana. “Sì, sono contento della prova dei ragazzi – continua coach Marcelletti – e credo che loro abbiano dato il massimo. Ovviamente devono maturare, ma stanno fornendomi segnali incoraggianti. Ancellotti ha sostituito egregiamente Heinrich in molti frangenti e Defant ha segnato alcuni canestri che sono stati importanti per tenerci a galla, peccato che siamo calati nel finale, ma francamente non potevo chiedere molto di più da loro”.
Visibilmente soddisfatto il coach dei padroni di casa, Stefano Bizzozi, che elogia la compagine biancorossa che, seppur priva di molti titolari, ha tenuto testa alla grintossissima Reyer dei secondi due quarti. “Abbiamo sofferto la loro zona anche nella parte iniziale del terzo periodo – ha affermato il coach dei veneziani – e non siamo riusciti a giocare con tranquillità nei primi 20’ affrettando troppe conclusioni e sbagliando alcune scelte mentre tentavamo di recuperare qualche punto di svantaggio. Sono convinto ci abbia aiutato moltissimo il calore del nostro pubblico che ci ha spinto dapprima alla rimonta e poi nel finale di gara a controllare il punteggio. Vorrei sottolineare anche la prova dei nostri avversari, stanno allevando nelle loro file alcuni giocatori giovani davvero di talento come Ancellotti, Campani e Defant che stanno sostituendo egregiamente i titolari infortunati”.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.