Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Alla fine Malesani con grande faccia tosta ha detto: “Sono contento di questo punto che ci permette di decidere il nostro futuro. Peccato per il risultato del Lecce che non ci permette di festeggiare con i nostri tifosi”. In quel momento, infatti, dopo aver cantato “andate a lavorare” a fine gara, Di Vaio, Viviano e alcuni altri giocatori si sono messi a discutere con un gruppetto di ultras all’antistadio.
Infatti lo 0-0 tra Bologna e Parma è stata la classica partita di fine stagione tra due squadre alla quale inizialmente il pareggio andava benissimo. Ma la vittoria del Lecce con il Napoli ha cambiato le cose e i punti tra il Bologna e i salentini sono diminuiti a tre, virtualmente quattro, visto che il Bologna ha gli scontri diretti a favore.
Le emozioni al Dall’Ara sono state davvero poche e tutte nel primo tempo, visto che nella ripresa le squadre non sono mai entrate nell’area avversaria.
Dopo 7 minuti la prima occasione è per Giovinco che conquista palla a centrocampo e dai 30 metri fa partire il destro. Viviano è battuta ma è salvato dalla traversa. Passano pochi minuti e sempre Giovinco serve Valiani che deve solo appoggiare in rete ma il suo piattone è alto. Il Bologna ci mette 30 minuti a reagire. Poi ad un tratto Portanova serve Di Vaio che duetta con ramirez che si trova a tu per tu con Pavarini, ma il portiere riesce a fermare l’uruguaiano. Passano pochi minuti e Morleo pareggia i legni con un’altra conclusione dai 30 metri. Ultima occasione una punizione dal limite sprecata da Ramirez. Finisce così il primo tempo, ma in pratica anche la partita tra i fischi del pubblico che comincia a vedere un film già vissuto nel 2005 e che nessuno vuole ripetere.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.