Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ecco i commenti di alcuni dei protagonisti della TIM CUP Final Eight 2009, che ha definito tramite sorteggio gli accoppaienmtni dei quarti di finale (nella foto eccoli schierati con il Presidente di Lega Valentino Renzi e il patron della Virtus Bologna Claudio Sabatini). Per Matteo Boniciolli (coach La Fortezza) ‘entrare nella Coppa Italia contro una formazione forte come la Lottomatica è importante, non significa niente averli già battuti in campionato, questa è una competizione bellissima che sfugge ad ogni logica, se non quella del momento’. “La Fortezza è una avversaria tosta – ha commentato il coach della Lottomatica Gentile -, che avrà il vantaggio di giocare in casa proprio davanti al suo pubblico. Ma per essere vincenti dobbiamo saper affrontare anche le grandi squadre e le situazioni difficili. Ci proviamo”.
Ferdinando Minucci è il presidente della Montepaschi che andrà alla caccia della sua prima Coppa Italia: ‘E’ un trofeo che ancora ci manca, ricordo ancora la semifinale di due anni fa contro Treviso, bellissima per loro, noi tenteremo di vincerla. Il primo match è contro Cantù, che sta attraversando un ottimo momento, domenica la affrontiamo in campionato, speriamo di prenderle le misure nell’occasione’.’ Sul sorteggio questo il parare di Simone Pianigiani, coach della Montepaschi:
“La Coppa Italia è una competizione che sfugge ad ogni logica. Per la sua natura, la sua formula e la sua storia sappiamo che nelle Final 8 non esistono squadre favorite e che sicuramente ci sarà grande equilibrio.
Non mi piace commentare il tabellone perché credo che in una competizione del genere non si possano fare dei pronostici. Noi dovremo essere quindi concentrati solo su Cantù che affronteremo come una partita a sé stante, sapendo che sarà molto difficile. Inoltre la Final 8 si vanno ad incastrare nel pieno delle Top 16 di Euroleague e quindi dovremo affrontarle in mezzo a partite difficili e trasferte impegnative anche dal punto di vista logistico. Cosa mi auguro? Beh, sicuramente di arrivare all’appuntamento in buone condizioni fisiche. Nelle Final 8 ogni dettaglio potrà spostare gli equilibri che regneranno in ciascuno degli incontri”.
L’avversario della Montepaschi sarà la NGC Cantù: il general manager Bruno Arrigoni afferma: ‘Visto che la tradizione della Coppa Italia è sfavorevole a Siena, cercheremo di confermarla, anche se ho qualche dubbio…’
Per Lorenzo Marruganti, General Manager della Banca Tercas ‘è bellissimo essere tra le 8 finaliste di Coppa Italia, cercheremo di far bene come tutto quest’anno, certo potremmo essere emozionati, è lo scotto del noviziato. L’accoppiamento con Avellino è una combinazione curiosa: affrontiamo la detentrice del titolo e la rivelazione dell’anno scorso, il paragone ci onora…’
Questo il commento dell’amministratore Delegato dell’AIR Avellino Luigi Ercolino: “Chiaramente era importante non prendere Siena al primo turno. Lo dice la classifica ma, anche il campo, la Montepaschi si è rivelata essere la squadra più in forma del campionato ed è uno scoglio durissimo da affrontare in questo momento. Il concetto di scontro diretto è una condizione di gara particolare, che ti obbliga ad affrontare ogni partita con la massima concentrazione. Noi approcceremo alla manifestazione determinati e con la massima attenzione e faremo il possibile per regalare qualche altra piccola soddisfazione ai nostri tifosi”.
Gli fa eco il direttore generale del sodalizio irpino, Antonello Nevola che afferma: “Incontreremo Teramo, squadra terza in classifica e rivelazione del girone di andata, affronteremo i nostri avversari con il massimo rispetto cercando di fare del nostro meglio. Il raggiungimento delle Finale Eight è stato il nostro primo obiettivo stagionale e le affronteremo con la massima concentrazione”.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.