Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_bologna_20160520.mp4

Quale Bologna per la prossima stagione? I giornali sono pieni di nomi, di ipotesi, di sussurri del mercato, fino ad ora messi sui taccuini della stampa soprattutto da agenti che magari provano a lanciare idee alle stesse società. Ci sono, invece, delle certezze, che sono quelle legate ai regolamenti, ovvero ai ritorni di giocatori andati in prestito e che dunque torneranno alla base. Non è detto che tutti torneranno, ma certamente da Bologna in un modo o nell’altro passeranno. Il nome caldo, che tutti ricordano volentieri, è quello di Niccolò Cherubin, sacrificato sull’altare della necessità economica con la retrocessione. Non ha avuto vita facile all’Atalanta dove ha giocato solamente 27 partite in due stagioni con un’unica rete lo scorso 6 dicembre contro il Palermo. Lui ama la città ed avendo 29 anni è nel pieno della maturità. Tutto dipenderà da cosa vorrà fare Donadoni. Nello stesso reparto tornano anche Radakovic e Paramatti. Tra gli esterni non ci saranno più Zuniga e Constant ma torneranno Ceccarelli e Palomeque, mentre a centrocampo oltre all’addio a Franco Zuculini, molto amato dai tifosi nonostante sia riuscito a dare meno di quello che avrebbe voluto e potuto a causa del lungo infortunio, si avrà il ritorno di Crimi, che a Carpi se l’è cavata egregiamente e di Vecsei, appoggiato al Lecce in questa stagione. Se tra i trequartisti sono in bilico Brienza e Giaccherini, entrambi ora fuori dal Bologna in quanto al primo è scaduto il contratto, mentre il secondo è tornato al Sunderland, in avanti rimane ancora un anno di contratto per Acquafresca, che si aggiunge a Destro, Floccari e al rientrante Mancosu

Categoria: Calcio, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.