Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Riassestatasi almeno in parte dopo gli scossoni di un inizio di stagione travagliato, la Fortitudo prova a voltare pagina concentrandosi unicamente sul campo. Proprio sui legni del Pala Dozza Savic conta di metterci quanto prima il sostituto di Joseph Forte, individuato nel play /guardia classe 1985 DJ Strawberry. Scambiato a fine Agosto da Phoenix in cambio della guardia Sean Singletary, DJ finisce a Houston per poi essere scaricato venerdì scorso, dopo aver svolto con i Rockets tutto il training camp. Seconda scelta del draft 2007 col numero 59 per i Suns, e figlio di Darryl Strawberry ex giocatore MLB, Strawberry viene descritto come un giocatore aggressivo in difesa, con grandi capacità in campo aperto e dalle grandi doti fisiche (196cm per un play guardia sono un bel lusso). Meno tiratore rispetto a Forte, DJ si colloca fra quei giocatori “ibridi” che non lo catalogano né come guardia pura, né come playmaker. Non potendo più usufruire del tesseramento jolly, la Fortitudo dovrà attendere comunque un mese prima di poterlo tesserare. Nel frattempo, qualora la trattativa andasse a buon fine, Sakota conta di averlo al più presto in palestra per aggregarlo al resto del gruppo. Continuerà oggi intanto la polemica a distanza fra Savic e Sabatini. Dopo le dichiarazioni di ieri del gm biancoblù apparse su alcuni quotidiani che accusavano il patron bianconero di essere la fonte delle recenti dicerie dell’Aquila, è attesa per oggi la pronta replica di Sabatini. Non vi erano dubbi, la telenovela non poteva che continuare.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.