Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Stasera la Conad Fortitudo sarà di scena a Prato, per la gara-2 della serie playout: potrebbe trattarsi dell’ultima partita della stagione per Lamma e compagni, perché vincendo (ed in gara 1 gli avversari non sono di certo apparsi irresistibili) i biancoblù si garantirebbero la permanenza in B dilettanti. Risultato, questo, di certo non trascendentale, soprattutto se rapportato alle aspettative ed alle stesse dichiarazioni di inizio stagione, quando si parlava apertamente e senza fronzoli di promozione. Si tratta comunque di un primo passo necessario, per poter finalmente concedersi il lusso di parlare di futuro: se viceversa stasera arrivasse una sconfitta, la F scudata si vedrebbe costretta a rimettere tutto in ballo domenica prossima in casa (quindi, in questo caso, a Budrio). E, conoscendo la ben poca simpatia che sinora la Fortitudo ha mostrato per le partite senza ritorno e senza domani (finora tutte perse), ci sarebbe ben poco di cui stare allegri. Meglio, molto meglio chiuderla stasera, quindi, e da domani si potrebbe davvero lavorare a testa bassa per la nuova F scudata. Intanto, si dovrebbe essere finalmente arrivati al giorno dell’ordinanza di sgombero del PalaDozza, che salvo sorprese sarà emessa oggi. Il provvedimento comunale, se davvero arriverà, concluderebbe un iter che va avanti dallo scorso gennaio: 5 mesi, quindi, per ottenere (si spera) ciò che all’inizio sembrava scontato e roba di pochi giorni. L’esecuzione materiale dello sfratto sarebbe comunque successiva al 19 maggio, perchè prima occorrerà attendere che il Tribunale Amministrativo dell’Emilia-Romagna si pronunci sulla richiesta di sospensiva presentata dai legali di Gilberto Sacrati: in ogni caso si andrà a dopo le elezioni amministrative che si terranno tra 10 giorni.

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.