Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Si comincia. Questa sera alle 21 partono gli Europei di basket dell’Italia di Simone Pianigiani. Purtroppo non di Gallinari, Bargnani, Hackett e, volendo, pure di Mancinelli, Gigli e Polonara: gli uomini che avrebbero letteralmente cambiato i valori di una squadra che, così com’è, non potrà fare miracoli. Problemi, però, anche per la Russia, che affronterà gli azzurri senza il fenomeno Kirilenko. L’obiettivo, comunque, resta quello di passare il turno, perchè le prime tre vanno avanti e ci si può provare. Grecia e Turchia sono favorite, poi ci sono Finlandia, Svezia e Russia, comunque tre clienti scomodi. Ecco, diciamo che se stasera l’Italia perdesse sarebbe un serio problema, in ogni modo, consentitemi il pronostico, gli azzurri usciranno immediatamente di scena: con questo organico sarà dura. Al completo, invece, si sarebbe potuto giocare anche per vincere l’Europeo, ma, così, è tutta un’altra musica. Due considerazioni sui virtussini, o ex che siano: uno c’è, uno no. Partiamo da quello che non c’è, Angelo Gigli. In una formazione che ha serissimi problemi sotto le plance è stato lasciato a casa per i guai al ginocchio. A questo punto viene fisiologicamente da chiedersi come diavolo abbia fatto a giocare tutta la stagione in maglia Virtus, a 28 minuti di media, e non si può che complimentarsi con lui per la strepitosa professionalità. Adesso quello che c’è, Peppe Poeta. Villalta confida che faccia un grande Europeo, nella speranza che uno sceicco investa nel basket e lo compri, visto che non vuole ridursi l’ingaggio. Farebbe bene a ricordarsi che il suo predecessore, che non si chiama certo Claudio El Ahmed Sabatini, gli ha fatto un bel biennale da 220000 euro e chi è subentrato è giusto che lo onori. Poi se vi sono carte che specificano che è “l’Emiro dei poveri” che deve andare in tasca ci facciano sapere. Mancinelli, intanto, si è lamentato di come è stato trattato il suo compagno di Nazionale e Renato ha detto che non accetta dichiarazioni da chi non sa come stanno le cose. Beh, allora gliele spieghiamo noi. C’è un serio professionista che ha firmato un contratto e una società che gli chiede di ridurre gli importi dello stesso: lui non l’ha fatto ed è stato messo fuori rosa. Può, secondo voi, dire il Mancio che Poeta è stato trattato male? Secondo me si. Per Peppe e per gli azzurri non resta che sperare che disputi un grande Europeo, affinchè arrivi il passaggio del turno, difficile, ma più semplice dell’arrivo dello sceicco invocato da Villalta…

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_basket_italia_20130804.mp4
Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.