Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/rvm_convegno_sport_20160830.mp4

E’ in atto tra la sindaca di Roma Raggi e il CONI una sorta di tregua olimpica che durerà fino al prossimo 18 settembre alla chiusura delle Paralimpiadi per quanto riguarda la candidatura di Roma per le Olimpiadi 2024. Il CONI si è già impegnato in molte sedi a portare avanti l’idea, ma è chiaro che il no dei 5 stelle alle Olimpiadi nella capitale è stato uno dei cavalli di battaglia pre elettorali. Ora tutto il mondo sportivo e istituzionale spinge per cambiare posizione, ma fino a fine settembre si tratterà di semplici supposizioni. Ier sera alla festa dell’unità di Bologna si è parlato di sport, partendo dalle Olimpiadi di Rio, per arrivare a quelle di Roma, attraverso l’Emilia Romagna, una delle regioni che sta dando il maggior contributo in termini di medaglie ed atleti. E’ stata salutata anche Eleonora Sarti, atleta paralimpica del tiro con l’arco che sta partendo per Rio con buone possibilità di medaglia, e si è fatto il punto della situazione con molti politici, come l’assessore allo sport del Comune di Bologna Matteo Lepore ma anche uomini di sport, da Mauro Checcoli a Villalta, da Brunamenti a Generali, da Binelli alle due nuotatrici Martina Grimaldi e Ilaria Bianchi, al vice presidente del CIP Davide Scazzieri con la chiusura lasciata al presidente della Consulta dello sport di Bologna, Davide Grilli, che ha coordinato le varie presenze. In platea tantissimi dirigenti sportivi di ogni disciplina, compresi gli arbitri della sezione AIA di Bologna che hanno potuto apprezzare le apertura del sottosegretario alla regione Emilia Romagna Andrea Rossi sui tanti contributi previsti per le iniziative organizzate e per la nuova legge sullo sport oramai al varo.

Categoria: Sport, Sport varie
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.