Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Ci siamo. La festa di Ferrara, planata per la sua prima volta in paradiso in un fresco lunedì di fine aprile, e il tripudio della torcida casertana in quel di Jesi dopo un decennio di pessimismi e frustrazioni è già roba passata. Tra 48 ore si ricomincia, sarà l’ottava edizione di una LegaDue sempre più competitiva, emozionante, avvolgente. Si andrà per le perdute vie di una stagione con le solite speranze, le solite emozioni, le immancabili sorprese. Crabs e Andrea Costa proveranno ad esserlo, ma dovranno fare i conti con altri 14 team affamati e decisi. Le mettiamo tutte sulla tavola, sapendo che il menù iniziale, poi, potrebbe anche essere stravolto. Buon campionato a tutti.

CIMBERIO VARESE – coach Pillastrini (nuovo)
Il roster vale…8.5
Quintetto: Childress, Nikabagtse, Boscagin, Dickens, Galanda.
Obiettivo: Serie A
La stella: Randy “The Prof” Childress, mani e cervello di un mondo dove tutto è possibile.
L’uomo chiave: Giorgio Boscagin, perché può difendere su tre ruoli.
Ai raggi x: vista così, onestamente, la rosa potrebbe pure fare subito la A1. Il cantiere però è apertissimo, Nika e Dickens sono arrivati da una settimana (bocciato Arizona Reid) e ci vorrà un po’ per far quadrare i conti. Basterà, quel “po’”, per evitare i playoff?

FASTWEB CASALE – coach Crespi (confermato)
Il roster vale…8.5
Quintetto: Dodwell, Formenti, Pierich, Fantoni (Farrington), Smith.
Obiettivo: Serie A
La stella: Zabian Dodwell, dinamite nelle gambe e polpastrelli zuccherosi.
L’uomo chiave: Simone Pierich, perché dovrà fare anche il Ghiacci.
Ai raggi x: il grave infortunio di Ghiacci non è poca cosa, perché costringerà Crespi a modificare qualcosa rispetto ai piani iniziali: l’asse play pivot Usa garantisce solidità e creatività, la panchina è lunga, gli italiani sono i migliori della Lega. Lotterà fino alla fine per la promozione diretta.

TRENKWALDER REGGIO EMILIA – coach Marcelletti (conf.)
Il roster vale…8
Quintetto: Fultz, Young, Smith, Melli, Infante.
Obiettivo: Serie A
La stella: Alvin Young, il principe dei canestri.
L’uomo chiave: Robert Fultz, perché in Legadue il suo cervello vale doppio.
Ai raggi x: squadra solidissima, che difenderà alla morte come Marcelletti comanda. C’è anche talento, e due play come Fultz e Carra in LegaDue sono un vero lusso. Sotto canestro qualche dubbio in più, ma se il baby Melli “svolta” per davvero, saranno guai per tutti.

FILENI JESI – coach Zanchi (nuovo)
Il roster vale…7.5
Quintetto: Maestranzi, Ryan, Cuffee, Boykin, Maggioli.
Obiettivo: prime 5
La stella: Michele “il dietologo” Maggioli, con lui Recalcati avrebbe evitato diverse beghe.
L’uomo chiave: Anthony Maestranzi, passa tutto di li.
Ai raggi x: l’asse portante Maestranzi – Maggioli è l’assegno in bianco nelle mani di Zanchi, che ha costruito il quintetto inserendo 3 tiratori “puri”, per non parlare della panchina di volpi (Rossini, Sambugaro, Cantarello) che si ritrova. I fiorettisti sapranno usare ogni tanto la clava?

BANCO DI SARDEGNA SASSARI – coach Cavina (conf.)
Il roster vale…7,5
Quintetto: Rowe, Whiting, Dordei, Vanuzzo, Ezugwu.
Obiettivo: prime 5
La stella: Jason Rowe, uno con la malattia del canestro.
L’uomo chiave: Gigi Dordei, soprattutto se gioca come l’anno scorso.
Ai raggi x: Cavina ha confermato quasi in toto il blocco che l’anno passato ha stupito l’Italia intera, cambiando l’asse portante e affidando l’inventiva a Rowe, mentre Ezugwu è li per mettere paura a tutti gli avventurieri d’area. La squadra c’è, ma ripetersi è sempre difficile.

CARMATIC PISTOIA – coach Lasi (conf.)
Il roster vale…7.5
Quintetto: Darby, Infanti, Rosselli, Kazlauskas, Tyler
Obiettivo: prime 5
La stella: Brent Darby, il grande puffo della LegaDue.
L’uomo chiave: Arnas Kazlauskas, mani da guardia e fisico da gladiatore.
Ai raggi x: in precampionato ha praticamente spazzato via ogni avversario, e l’idea di solidità e fisicità mostrate incutono parecchio timore. Darby è una sicurezza, Kazlauskas l’uomo che rompe gli equilibri, Tyler l’eterno dilemma tra talento e voglia di sbattersi. La panchina reggerà l’urto?

REYER VENEZIA – coach Dalmasson (conf.)
Il roster vale…7
Quintetto: Rombaldoni, Carrizo, Green, George, Bougaieff.
Obiettivo: playoff
La stella: Nate “Prison Break” Green, la fuga è solo l’inizio.
L’uomo chiave: Alex Bougaieff, l’erede di Peter Guarasci.
Ai raggi x: neopromossa milionaria, il quintetto è pieno di fenomeni dal canestro facile ma forse poco portati alla difesa, a parte Bougaieff. Gli acciacchi di Rombaldoni potrebbero penalizzarla, la panchina corta condizionarla. Basteranno la classe di Green e i decolli di George?

ENEL BRINDISI – coach Perdichizzi (conf.)
Il roster vale…7
Quintetto: Parente, Hatten, Porzingis, Feliciangeli, Killingsworth.
Obiettivo: playoff
La stella: Marcus Hatten, l’uomo volante.
L’uomo chiave: Marco Killingsworth, “provate a schiacciare che vi schiaccio io”.
Ai raggi x: Come da teoria di Perdichizzi, “toglietemi tutto ma non il quintetto”. Dopo l’epopea di Capo d’Orlando, il messinese va avanti puntando su una batteria titolare piena di muscoli e talento: le retrovie sono quelle della B1, ma nella bomboniera pugliese fa un caldo atroce.

PRIMA VEROLI – coach Trinchieri (nuovo)
Il roster vale…7
Quintetto: Robinson, Nissim, Mian, Gatto, Hines.
Obiettivo: playoff
La stella: Kyle Hines, il mini-pivot in confezione spray che si muove come un Gatto.
L’uomo chiave: Michele Mian, tutto quel che serve per vincere partite di pallacanestro.
Ai raggi x: il vantaggio è che partirà a fari spenti, mentre il roster è ben equilibrato e mischia talento (Robinson, Hines), esperienza in quantità industriale (Mian e Gatto, avercene) e fame di riflettori (Nissim). Se Trinchieri può lavorare senza pressioni, le sue squadre vengono fuori.

BASKET LIVORNO – coach Dell’Agnello (conf.)
Il roster vale: 7
Quintetto: Boyette, Kemp, Rossetti, Ostler, Bagnoli.
Obiettivo: playoff
La stella: Marcelus Kemp, l’uno contro uno più spumeggiante della Lega.
L’uomo chiave: Troy Ostler, 205cm e mani educatissime.
Ai raggi x: un paio di scommesse (l’impatto di Kemp, la tenuta di Bagnoli), diverse certezze di mastice (Ostler, Rossetti, Foiera sesto uomo di lusso), la consapevolezza che manca un vero play, perché Boyette non lo è. Si va di entusiasmo.

VANOLI SORESINA – coach Cioppi (conf.)
Il roster vale…6.5
Quintetto: Mbemba, Bell, Valenti, Lollis, Cusin
Obiettivo: playoff
La stella: Troy Bell, “il pallone please”.
L’uomo chiave: Rudy Mbemba, perché l’eredità lasciata da Morri è pesantuccia.
Ai raggi x: Mbemba è alla sua prima, vera esperienza da leader; Valenti deve capire se vale la serie A o è meglio fare i salterini in A2; Lollis è classe, ma anche qualche acciacco; Cusin è l’ago della bilancia, anche perché la panca non è il massimo. Troppi rischi?

HAREM SCAFATI – coach Gramenzi (nuovo)
Il roster vale…6.5
Quintetto: Busca, Lenzly, Davis, Salvi, Sneed.
Obiettivo: salvezza/playoff
La stella: Ronald “Boo” Davis, terremoto e devastazione.
L’uomo chiave: Dillion Sneed, il nuovo morbidone col vizio dell’affondo.
Ai raggi x: squadra da corsa con un play ragionatore, le sue fortune dipendono dall’esplosione di Sneed e dalla tenuta di Busca, l’anno scorso arrivato ad aprile col fiatone. La panchina è piena di giovani, Gramenzi ne sa a pacchi ma ci sarà da soffrire, soprattutto in trasferta.

EDIMES PAVIA – coach Salieri (nuovo)
Il roster vale…6.5
Quintetto: Cinciarini, Marigney, Viggiano (Evangelisti), Mobley, Volcic.
Obiettivo: salvezza
La stella: Thomas Mobley, il jolly buono per tutte le stagioni.
L’uomo chiave: Jeff Viggiano, qualcuno lo ha cercato da Usa e a Pavia giocherà da italiano.
Ai raggi x: attenzione, c’è odore di sorpresissima. A parte lo splendido precampionato, le squadre di Salieri difendono di brutto e Viggiano si candida a colpo dell’estate. Se Cinciarini tiene e Evangelisti crivella come al piano di sotto, sarà una brutta bestia per tutti.

BASKET ROSETO – coach Trullo (nuovo)
Il roster vale…6
Quintetto: Fulvio, Ruini, Pinnock, Ringstrom, Bryan (Lloreda?)
Obiettivo: salvezza
La stella: in assenza momentanea di Lloreda, scegliamo Pinnock, fucile puntato sulla retina.
L’uomo chiave: Fulvio De Assis, obiettivo ballare la samba nel paese del liscio.
Ai raggi x: Tante scommesse, a partire dalla regia, proseguendo in un reparto esterni molto giovane e tendente all’euforia/depressione a seconda dei momenti. Sotto le plance, con Bryan, si può stare sereni. Ma la panchina dov’è?

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.