Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Una persona genuina e con tanto entusiasmo. Sono queste le prime impressione che si ha parlando con il nuovo play imolese Gennaro Sorrentino.
Di ritorno dalle vacanze in America, dopo una positiva stagione a Sant’Antimo il play napoletano accetta di fare due chiacchiere con noi di Basketnet.

Gennaro perché hai scelto Imola?

C’era stato un corteggiamento anche l’anno scorso, poi a fine campionato ho saputo di un interessamento, quindi sono venuto alla Summer League a Imola e ho parlato anche con Fucà (suo allenatore ai tempi di Ozzano) e l’interesse si è fatto concreto. Conoscendo il posto, il poter giocare in serie A, la scelta è stata facile. Sono contentissimo.

Il giusto passo dopo tre buoni anni di B1?

Si, in particolare l’hanno passato è stato super sia per me che per la squadra, ci davano per retrocessi a settembre ma alla fine siamo arrivati settimi.

Sei un play-realizzatore come ti vedi in Legadue?

Si sono un play al quale piace guardare il canestro, ma avendo giocato tutto l’anno scorso da playmaker e grazie a coach Poticiello , ho migliorato la visione di gioco, il pick and roll, sono diventato un playmaker a tutti gli effetti.

Hai parlato con coach Bianchi, impressioni?

Super, mi ha chiamato mentre ero America, era entusiasta come me di questa nuova avventura, e mi ha detto quello che si aspetta da me.

Troverai il tuo compagno Valentini

Si diciamo che l’ho spronato io a venire a Imola, siamo stati insieme solo un anno, ma si è instaurato un bel rapporto fra di noi, sono contento che ci sia anche lui.

Ferri?

Michele lo conosco benissimo, ho fatto con lui tutte le nazionali giovanili, e in qualche raduno siamo stati anche in camera insieme.

Qui poi il colpo di scena: si invertono le parti ed è Sorrentino a porre la domanda:

Venite in tanti al palazzo vero?

Perché io sai sono del sud, il pubblico mi carica. A Sant’Antimo erano pochi il palazzo era piccolo ma si facevano sentire alla grande. Sembra una cosa banale da dire, ma è vero il pubblico ti aiuta moltissimo.

L’entusiasmo di Sorrentino ti contagia, entusiasmo del quale Imola ha sicuramente bisogno

Categoria: Senza categoria
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.