Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Vittoria doveva essere e vittoria è stata per la Solar Farm che, in un Copernico Sport-City affollato dalle due tifoserie, supera 3-0 la Carife Ferrara, riscattando la sconfitta al tie-break di Forlimpopoli. Gialloneri senza Cau e Gallesi, con Govoni promosso titolare in regia. L’avvio del match è in salita, con Ferrara che scava il primo break (3-0) con un inizio bruciante. Immediata reazione dei padroni di casa (2-3), che tuttavia pagano qualche incertezza nel palleggio, venendo rigettati indietro a -5 (3-8). Altro controbreak della Solar Farm, che trova il 5-8 con un bel muro di Govoni ed il 6-8 con uno “smash” di Morandi, riagganciando gli avversari sul 9-9. Primo set che prosegue punto a punto fino al primo sorpasso giallonero (12-11) su un errato disimpegno difensivo di Ferrara. E’ l’inizio della fuga della Solar Farm che con Torre e Belli costruisce il primo break a suo favore della partita (14-11), aumentando il divario fino al 18-12, ottenuto grazie a Morandi. L’inerzia è a favore dei gialloneri che arrivano sul 23-18, salvo poi subire il ritorno di Ferrara (23-20). Quando sul 24-20 Ferrara segna quattro punti di fila (24-24) si rimaterializzano i fantasmi di Forlimpopoli, ma questa volta la Solar Farm non si fa sorprendere e si porta sull’1-0 (26-24). Il secondo set conferma subito che ci sarà ancora da faticare, con le due squadre che procedono sostanzialmente a braccetto. L’allungo più importante è segnato dal muro vincente di Govoni per il 21-18, che apre la strada ai due punti consecutivi di Cassandra (23-18). Ferrara prova a rifarsi sotto (24-21), ma un ace in battuta di Dalla Casa regala alla Solar Farm il meritato 2-0. Forti del vantaggio e consapevoli di potere e di dovere archiviare subito la pratica, i gialloneri cominciano col piede giusto il terzo set, portandosi avanti 8-4 ed allargando la forbice fino al 13-4 con Cassandra. Incisiva l’azione offensiva di Belli (15-6), prima che Ferrara abbia un sussulto (15-8), vanificato da un errore in battuta (16-8). La Solar Farm continua a navigare a distanza di sicurezza (21-14) verso una vittoria fortemente voluta che arriva con il muro di Cassandra e Torre che sanciscono il definitivo 3-0 (25-15).

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.