Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Sconfiggendo con fatica una sorprendente Cantù, ieri sera Siena si è nuovamente laureata campione d’Italia. In barba al rinnovamento messo in atto la scorsa estate, con la rinuncia a pezzi da 90 come Domercant, Sato, Mc Intyre, Eze ed Hawkins, alla fine il risultato non è cambiato di una virgola: perché Siena, prima ancora di essere una squadra, è un sistema, è soprattutto un progetto, difeso strenuamente anche quando le cose non vanno bene, com’è successo pure quest’anno con la sconfitta nella Final Four d’Eurolega. Una Siena, al solito, onnivora, che non lascia nulla agli avversari ed entra ancora di più nella leggenda, conquistando il 5° scudetto di fila e quindi replicando la cinquina consecutiva conquistata nei tempi eroici dall’Olimpia di Cesare Rubini tra il 1950 ed il 1954. Sesto tricolore in otto anni e 15° trofeo dell’attuale dinastia, che oltre ai citati 6 titoli nazionali ha messo in bacheca 3 coppe Italia, 5 Supecoppe Italiane e la Coppa Europa del 2002. Un gruppo che, da quando è allenato da Simone Pianigiani (che qualcuno, all’epoca, contestò a causa della scarsa esperienza), ha vinto 191 partite sulle 209 giocate: un incredibile 91,3% di successi che non hanno precedenti nella storia della palla a spicchi. Come sempre, chi vince (e vince tanto) fa fatica a conquistarsi le simpatie: ma questa Siena deve destare solo ammirazione, perché non ha mai puntato solo sui nomi altisonanti ma ha spesso compiuto scommesse: lo era Mc Intyre, all’epoca proveniente da Reggio Emilia, lo era Sato, che arrivò dalla Lega Due, lo era Eze, che era stato scartato in fretta e furia dalla Fortitudo. Lo sono stati, quest’anno, Michelori e Aradori, ritenuti giocatori utili ma poco più, e invece reinventatisi atleti perfetti come collante. Il trionfo meno atteso, forse, quello di quest’anno, ma per questo il più meritato. Non c’è che rendere onore al merito.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.