Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Seconda sconfitta consecutiva per la Fortitudo, ma per gli alibi questa volta non c’è spazio. Dopo essere già caduta nel girone d’andata, i biancoblu steccano ancora contro Costa Volpino, questa volta in casa, per il punteggio finale di 88 – 96. L’assenza di Valentini, per quanto importante, non basta a spiegare la poca lucidità mostrata dalla Effe nel corso dell’incontro, soprattutto per quanto riguarda la fase offensiva.
Già dalle battute iniziali i pochi spettatori presenti al PalaDozza hanno capito quale sarebbe stato l’andazzo della gara. I biancoblu decidono di affidarsi a Iannilli, ma il centro, per quanto efficace, non ha la forza di poter trascinare da solo la squadra. Gli ospiti, invece, guidati da Centanni e Truccolo, girano bene, approfittando delle diverse incertezze degli avversari. Non a caso, la Fortitudo chiude il primo quarto con un rivedibile 4/17 al tiro e il tabellone, che recita 24 – 15, sorride a Costa Volpino.
Nella seconda frazione Vandoni deve fare a meno di Iannilli per problema di falli e per gli avversari la strada è spianata. Senza il numero 87 sul parquet, Costa Volpino si apre la fuga fino ad un 41 – 24 che costringe la Effe a giocarsi la carta del pressing. L’azione difensiva comincia a raccogliere frutti, mentre Samoggia e Montano si occupano di mettere in cassaforte i punti necessari alla rimonta. Al 20esimo, però, conducono ancora gli ospiti per 47 – 39.
Nel secondo tempo ci prova Sorrentino, ma per il play campano non è proprio giornata. Truccolo continua a muoversi con ottimi risultati tra le linee biancoblu e il divario tra le due formazioni resta immutato. E’ la volta di Grilli che, inaspettatamente, si carica i suoi sulle spalle e tra un recupero e una tripla porta la Effe a sole 6 lunghezze di distanza sul finire del terzo quarto: 62 – 68.
Le squadre arrivano all’ultimo atto di partita con poco ossigeno. Lamma e Montano riescono a limitare Truccolo e l’aggancio arriva a 2 minuti dalla conclusione grazie a Raucci. Potrebbe essere la svolta, tuttavia l’immediata tripla di Planezio consolida il vantaggio esterno e per la Fortitudo, senza Iannilli uscito per falli, non c’è più nulla da fare.

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.