Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Meccanica Nova esce sconfitta dal PalaMazzali di Bolzano, dove le padrone di casa hanno condotto per l’intero arco della gara. Il team bolognese paga un primo tempo deficitario, soprattutto in difesa, concedendo alla squadra di coach Massai percentuali elevate (27 punti dopo dieci minuti, 49 all’intervallo). Poca aggressività e un’eccessiva mollezza hanno ben presto scavato un solco in doppia cifra che l’Iveco Bolzano ha gestito con sicurezza, punendo sempre e comunque gli spazi concessi (8/14 da 3pt in serata). Un primo tempo che ha visto andare a referto solo due giocatrici rossoblù, Bestagno e Costi uniche a trovare la via del canestro nei primi difficili 20 minuti. E’ proprio l’ala modenese a insaccare con un jump dall’angolo il -17 a 1.8 dallo scadere, tempo però sufficiente per Fall per trovare la tripla dalla propria area che infiamma il PalaSport e fa conto pari (49-29). Safy Fall è stata tra le protagoniste del primo tempo, ed in generale della serata, per la guardia di colore originaria di Dakar, 18 punti, perfetta dalla grande distanza (2/2) e 6 rimbalzi (di cui 3 offensivi convertiti in 3 canestri) in una serata da padrona assoluta.
Dopo l’intervallo la Meccanica Nova finalmente si scuote, l’intensità e la pressione difensiva salgono, l’attacco trova qualche buon canestro e lentamente inizia la rimonta. Al 31’ Bologna risale fino al 62-54 ma non riesce a convertire il possesso a sua disposizione. La partita doveva vedere il duello nordico tra Laine Kurpniece e Laima Rickeviciute, duello che però non c’è stato, infatti entrambe le lunghe baltiche sono state ben presto gravate di falli, giocando rispettivamente 19 e 20 minuti. Spazio allora alle atlete italiane, con Martina Bestagno a battagliare a lungo nei pressi del canestro (12 falli subiti); per le padrone di casa invece una sorprendente Ribeiro da Silva punisce con sicurezza ogni scarico (7/9 dal campo) ed insieme a Consorti non fa rimpiangere troppo l’assenza della lettone. La Meccanica Nova non ha la lucidità necessaria per chiudere la rimonta e pur con la coppia Nannucci-Costi ultime a mollare, il punteggio finale sigla sul 77-65 la gara.
Uno stop che costa a Bologna la testa della classifica e fa capire quanto duro ed equilibrato sarà il vertice del campionato da qui alla fine, dove ogni partita è un’autentica battaglia da vincere. (come dimostra il successo di un punto della Fila S.Martina sul difficile campo di Cagliari).
Le ragazze di Marco Savini torneranno in palestra martedi per iniziare a preparare la prossima sfida di campionato che vedrà arrivare la Tec-Mar Crema. La partita torna al consueto orario delle ore 18.00, palla a due sabato 20 Novembre.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.