Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Nel prossimo fine-settimana si svolgerà la prima grande manifestazione schermistica a livello nazionale in Emilia-Romagna a Ravenna e la Federscherma regionale non può che essere orgogliosa di ospitare un evento di tal importanza. Tale vetrina nazionale sarà organizzata dal Circolo Ravennate della Spada che, con il patrocinio del Comune di Ravenna e dell’amministrazione provinciale, e con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e della Camera di Commercio Artigianato e Industria, darà vita nei giorni 12, 13 e 14 Dicembre prossimi, alla prima prova di qualificazione nazionale al Campionato Italiano Assoluti, XVI° Memorial Walter Candotti, gara nazionale di scherma alle cinque armi: spada maschile, spada femminile sciabola maschile, sciabola femminile e fioretto maschile.
La Prima prova di qualificazione nazionale, è la gara che dà l’avvio a tutta l’attività agonistica “assoluta”. E’, pertanto, la manifestazione più attesa dagli atleti di tutta Italia, che nella splendida cornice del Palazzo delle Arti e dello Sport Mauro De Andrè di Ravenna misureranno le proprie forze per la stagione agonistica 2008 – 2009. L’evento di quest’anno assume un’ulteriore importanza: è la prima vetrina a livello nazionale dopo le olimpiadi di Pechino.
La gara darà la possibilità ai migliori di qualificarsi per la fase finale dei Campionati Italiani assoluti concessi a soli 32 atleti per ogni arma e che si svolgeranno a Giugno.
Ciò rende la manifestazione importantissima ed irrinunciabile soprattutto per i migliori atleti italiani, che sono tra i migliori al mondo.
Sulle pedane ravennati, infatti, vedremo campioni Olimpici, Mondiali, Europei sia assoluti che under 20 come Salvatore Sanzo, Andrea Cassarà, Andrea Barrera, per il fioretto maschile; Ilaria Bianco, Alessandra Lucchino, Gioia Marzocca, Marianna Tricarico per la sciabola femminile; Aldo Montano, Andrea Aquili, Luigi Samele, Luigi Tarantino, per la sciabola maschile; Matteo Tagliariol, Diego Confalonieri, Paolo Milanoli, Alfredo .Rota, Andrea Bossalini, Stafano Carozzo, per la spada maschile; Marzia Muroni, Cristiana Cascioli, Stefania Di Loreto, Francesca Quondamcarlo, Bianca Del Carretto, per la spada femminile.
All’interno della Prima Prova di qualificazione Nazionale alle cinque armi si

svolgerà la gara di spada maschile organizzata in memoria di Walter Candotti, spadista ravennate, campione di spada a cavallo degli anni ottanta e novanta scomparso prematuramente. Pertanto il primo classificato nella gara di spada maschile riceverà l’omonimo trofeo offerto dalla famiglia.
Dall’anno scorso inoltre è stato istituito un nuovo premio. Si tratta del “Premio speciale Maestro Rosario Preziosi”. Il riconoscimento, intitolato a un maestro di sciabola ravennate che ha fatto i suoi primi passi proprio presso la società giallorossa e che è scomparso un anno fa in un incidente stradale, verrà conferito al maestro della vincitrice della prova di sciabola femminile.

La cura dell’organizzazione della gara è affidata ad un apposito staff costituito all’interno del Circolo Ravennate della Spada e di questo staff fa parte anche il Presidente della Federscherma Emilia – Romagna Alberto Ancarani che, in un recente intervento ad un Consiglio regionale, si era dichiarato entusiasta del fervore organizzativo da parte delle società in regione. Difatti la nostra è l’unica regione, in tutta Italia, in cui si organizzano all’interno dell’annata agonistica ben cinque competizioni a livello nazionale. Dopo la prima prova di qualificazione nazionale assoluta di Ravenna, si terranno a gennaio a Ferrara i Campionati Italiani Cadetti di spada e a Imola i Campionati Italiani a squadre Under 14, a Parma si svolgerà in febbraio una prova assoluta di qualificazione “zonale” del nord-Italia per la seconda prova nazionale di Foggia, e infine a Rimini si terrà il “Gran Premio Giovanissimi”, il campionato italiano Under 14 che concluderà l’annata agonistica.
L’Emilia Romagna dunque, si conferma ai vertici nazionali dal punto di vista organizzativo eccellendo non solamente per la quantità degli eventi, ma soprattutto per la bravura dei comitati organizzatori locali che, grazie ai numeri sempre più importanti di partecipanti a tali eventi, riescono sempre più a coinvolgere istituzioni,sponsor e alberghi per poter creare eventi che abbiano una visibilità sempre maggiore.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.