Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

La Montepaschi inizia l’anno incrementando il record di vittorie consecutive ottenute dall’inizio nei campionati a 16 squadre portandosi a 13 successi in fila e distanziando a 10 punti in classifica proprio la Virtus, battuta nettamente e senza appelli al Palamenssana. Un segnale forte a una delle squadra che potrebbe ritrovare alla fine nelle sfide chiave della stagione. La gestione dei minuti in campo di Sharrod Ford da parte di Matteo Boniciolli è senz’altro da rivedere, visto che il giocatore ha commesso il suo terzo fallo a 99″ dal termine del primo periodo e, in attacco, con uno sfondamento, compromettendo la possibilità di essere utile alla squadra nei successivi 30′, ma il giocatore, come Langford, ha pagato la consueta durezza della difesa senese. La partita ha avuto dei toni alti in difesa: il primo canestro su azione è siglato da Domercant dopo 220″ di gioco. Sato si procura 17 tiri liberi e ben 10 falli subiti di cui 9 nei primi 20 minuti. E’ lui l’mvp della gara con le sue incursioni vicino a canestro chiudendo con 37 punti (7/8 da due, 3/4 da tre e 14/17 nei liberi con 4 recuperi, 5 assist e 56 di valutazione). Una conclusione dell’ispirato Domercant porta la Montepaschi avanti 18-7 all’8′. Bologna si affida al “figliol prodigo” Boykins, dopo le polemiche che hanno contraddistinto il Natale sotto l’Albero in terra felsinea, ma il giocatore accusa la “staffetta” McIntyre-McDonald che lo lavorano aspramente ai fianchi. Il capitano Stonerook, dopo una settimana difficile in cui si è allenato poco, scende comunque in campo ed è come sempre produttivo nelle contese sotto canestro oltre che regalare ai compagni 3 assist a metà partita. Sato prosegue la sua prestazione mostruosa ben affiancato da Lavrinovic (13 punti nella sola seconda frazione). La Montepaschi si porta al 20′ avanti 53-35 sfruttando il consueto saldo attivo tra palloni recuperati e persi (16-9). Poi la disfatta completa della squadra felsinea nel terzo periodo costantemente sotto anche oltre i 30 punti a dimostrazione che adesso la forza di Siena rappresenta un baluardo insormontabile da superare (64-41 al 24′). Il resto della gara è poco poco più di un allenamento in vista della sfida con il Panathinaikos giovedì.

Categoria: Basket
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.