Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

A guardare queste immagini sembra ci sia stato il terremoto in questa scuola. Invece i muri imbrattati, gli armadi rovesciati, i computer rotti, le finestre in frantumi, gli estintori svuotati sono opera di 5 ragazzi. Hanno tra i 16 e i 17 anni, quattro maschi e una femmina. Una bravata che ha provocato danni per oltre 100mila euro. Sono entrati in questa scuola di San Giovanni in Persiceto il 2 aprile; è l’istituto Ermanno Quaquarelli, scuola elementare e media attualmente inagibile per il terremoto – ma i danni che vedete sono tutti stati fatti dai cinque giovani vandali. Dopo avere seminato distruzione si sono vantati con gli amici, lo hanno scritto su Facebook, hanno anche pubblicato un video. E non è stato difficile dunque per i Carabinieri risalire a loro, anche perché i ragazzi hanno imbrattato i muri con scritte e tag, quindi firme riconducibili all’autore. Tra le scritte la più inquietante recita: “Bombardiamola sta scuola”.
I giovani teppisti erano entrati forzando una porta sul retro dell’istituto, di giorno, intorno alle 12. I militari sono stati avvisati dal preside e dal sindaco del paese, dopo che il custode ha trovato i locali devastati.

Nel video: intervista a Mario Pellegrino, Comandante Carabinieri San Giovanni in Persiceto
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/vandalismo_scuola_20130508.mp4

Categoria: Cronaca
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.