Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

In una Casteldebole imbiancata da un nevischio gelato che la fa assomigliare più ad un giardino incantato che non ad un Centro Sportivo, il Bologna ha ripreso la preparazione in vista della ripresa del campionato dell’11 gennaio con il Chievo. Ma una data ancora più imminente è la riapertura del mercato invernale, nel quale il Bologna vuole essere protagonista e oggi il direttore sportivo ha voluto fare il punto: ovviamente non ha detto una parola fuori posto ma ha fatto capire che per Rivas non ci sono problemi, che si stanno appianando le ultime divergenze sul contratto di Mutrelli che non si sta allenando con la squadra solo per l’influenza, ma che il sette dovrebbe firmare con la squadra rossoblù, quindi il discorso attaccante. Foti ha chiesto troppo, tre milioni, per Corradi. Allora ecco rispuntare le ipotesi di Pazzini e Balotelli. Bisogna capire se l’interesse mostrato dal Bologna è reale o creato ad arte per far abbassare il prezzo del giocatore reggino. Intanto il ds rossoblù non ha escluso pure altri arrivi, come il difensore di destra, mentre in attesa di decidere il loro destino sono Carrus e Confalone che hanno già avuto diverse richieste, così come Marazzina, Rodriguez e Coelho, mentre in tema di contratti in scadenza come Antonioli, Amoroso o Bombardini Salvatori ha detto che se la società ascolterà il suo consiglio saranno tutti vagliati a giugno anche a rischio di perdere qualche giocatore in scadenza.
Infine per quanto riguarda lo stadio la società ha fatto sapere di aver già iniziato con le istituzioni interessate riunioni nelle quali sono stati esposti i progetti per il nuovo stadio che dovrebbe essere realizzato tra Bentivoglio e Malalbergo, anche se al momento non sono ancora state opzionate aree idonee ad ospitare l’iniziativa.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.