Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Salieri, ancora una volta, sorprende tutti. Non gli bastava essere il miglior allenatore della Legadue, capace di ottenere, con ampio anticipo, gli stessi punti della Biancoblù della stagione scorsa, costata il triplo: è riuscito pure a frenare il folle progetto del suo Presidente. Romagnoli non vedeva l’ora di esonerarlo, perchè quella storia dei lodi proprio non l’ha digerita, ma il coach, vincendo a Trieste, l’ha costretto a soprassedere. Resta una fiducia a termine, che, peraltro, potrebbe cadere in caso di, più che probabile, sconfitta a Scafati, ma, intanto, Sally sopravvive come fosse all’ “Isola dei famosi”. Giulio, però, continua a parlare di play off come se li volesse davvero. Invece sa bene che per lui sarebbero solamente un costo, uno dei tanti che eviterebbe volentieri nell’ottica di avere denaro disponibile per affrontare la prossima stagione griffato Fortitudo. Vedremo, poi, in piena crisi, quanti avranno voglia di investire in un progetto che, fino ad ora, ha portato all’allontanamento della “Fossa dei Leoni” e ad una presenza al Paladozza attorno, al momento, alle 1500 unità. Chi critica il lavoro di Salieri sotto il profilo tecnico o è incompetente o è in malafede: se gli emolumenti fossero stati puntuali e se, magari, si fosse pure intervenuti sul mercato quando ci sono stati degli infortuni, ora questa squadra sarebbe tra le prime 4 del campionato. E vogliamo dirla tutta su sti benedetti lodi? Che colpa hanno gli ex tesserati Eagles se chiedono quanto dovuto per il loro lavoro, peraltro ben svolto, a chi ha comprato la società? Se poi è il loro attuale Presidente non è colpa dei suddetti, ma dello stesso che ha comprato un bene nella convinzione di acquisire solo marchio e trofei e non i debiti. Ma Giulio Romagnoli non è, evidentemente, in grado di capirlo, preferisce allontanare, non appena possibile, il suo coach che l’ha fatto spendere un terzo della stagione precedente e ha pure entusiasmato. Purtroppo fare il dirigente sportivo è come fare il politico: tutti credono di esserne capaci, ma resta un mestiere. Romagnoli, a oggi, a questi livelli, ha dimostrato di avere ancora molto da imparare. Ecco, se non cacciasse Salieri dimostrerebbe di avere imparato qualcosa…

Servizio di Jack Bonora
rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/biancoblu_20130326.mp4

Categoria: Basket, Sport
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.