Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

Mese nuovo e nuove emozioni aspettano la Meccanica Nova che dopo la vincente trasferta di Crema, torna a Bologna per affrontare questo sabato alle 18.00 la Sernavimar Marghera nella nona giornata di ritorno. Un nuovo appuntamento casalingo in queste ultime giornate prima della fine della regular season, Bologna è ancora in vetta, ma deve guardarsi le spalle dagli attacchi delle dirette inseguitrici. Bolzano è sempre lì in scia a soli due punti, forte del 2-0 stagionale in attesa del minimo errore delle rossoblù, mentre Udine è uscita sconfitta dal campo della Virtus Cagliari, raggiunta ora dall’altra squadra del capoluogo sardo, il Cus. I giochi sono dunque aperti più che mai, sia per le posizioni di vertice della griglia cosi come per quelle che danno gli ultimi pass disponibili per la post season.

Sabato al Cierrebi club alle 18.00 prova del fuoco per la Libertas che dopo aver ripreso la propria marcia autorevole, affronta Marghera che è nel nutrito gruppo di squadre a lottare per accedere ai playoff, con ben 5 formazioni racchiuse nell’arco di 2 punti. Le veneziane sono reduci dalla larga vittoria ai danni di Biassono, infliggendo uno stop forse determinante nelle ambizione delle lombarde, ora a 6 punti dalla zona playoff con solo cinque turni rimasti. La Sernavimar è quota 20pt (bilancio 10-11), in un momento di crescita e si dovrà dare la massima attenzione a questo nuovo impegno al Crb. Contro Biassono sono risultate determinanti le due lunghe, in grande vena e decisive per le sorti dell’incontro. La storia delle ultime stagioni, insegna come la sfida tra Bologna e Marghera sia spesso equilibrata e molto combattuta. Lo scorso anno, proprio al Crb andò in scena una gara punto a punto, con le ospiti per quasi tutta la partita in vantaggio. Bologna iniziava l’ultimo periodo sotto di 6 lunghezze, salvo recuperare nelle battute finali e vincere 60-58. Quest’anno nella gara di andata analogo svolgimento, le rossoblù al 30’ sotto di 4 (43-39) per poi espugnare il PalaStefani alla fine grazie alle prove di grande concretezza di Valeria Zanoli (15pt) e Federica Nannucci (16pt e 4/8 dall’arco) determinante con le sue triple. Proprio su capitan Nannucci le uniche notizie sul fronte infermeria, con il play bolognese a letto con la febbre alta, e costretta a dare forfait alla convocazione azzurra di inizio settimana con l’U20, in ritiro a Norcia (PG). Lo staff medico scioglierà le riserve solo all’ultimo, anche se un impiego del numero 5 rossoblù appare difficile.

Categoria: Calcio
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.