Telecentro Odeon TV

La Tv di Bologna e dell'Emilia-Romagna (canale 17 e 71)

No Banner to display

C’è anche un gallerista di Bologna fra le tre persone denunciate per furto e per ricettazione dai Carabinieri del nucleo tutela patrimonio culturale di Torino, che a 11 anni di distanza dal furto del quadro Le nu au Bouquet del pittore russo Marc Chagall, del valore stimato di 1.200.000 euro e rubato su uno yacht statunitense ormeggiato nel porto di Savona, lo hanno recuperato nell’abitazione di un ignaro compratore privato del capoluogo piemontese che lo aveva acquistato in buonafede nel 2003, l’anno successivo al furto.

Gli altri due denunciati, fra cui un romeno ex componente dell’equipaggio dell’imbarcazione, che fra il febbraio del 2002 e il gennaio dell’anno successivo rimase ferma nel nostro paese per dei lavori di manutenzione, si trovano invece all’estero.

E il compratore di Torino non è stata l’unica persona a ritrovarsi coinvolta a sua insaputa nella ricettazione delle opere d’arte che faceva capo al gallerista bolognese.
La precedente vendita dell’opera di Chagall alla galleria, infatti, è stata attribuita ad un altrettanto ignaro collezionista privato di Bergamo, uno dei clienti abituali, e forse proprio per questa ragione preferito come “copertura”, perché meno sospettabile di altri.

E a favorire la ricettazione del quadro è stata anche la nuova autenticazione dell’opera che chi l’aveva rubata era riuscito a farsi rilasciare dalla Fondazione Chagall.

rtmp://telecentro.meway.tv:80/telecentro_vod/CarabinieriChagall_20130408.mp4
Categoria: Cronaca
 

Lascia un Commento


Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.